Oscar 2015 per la migliore colonna sonora

Migliore colonna sonora

Nomination

Alexandre Desplat The Grand Budapest Hotel
Alexandre Desplat The Imitation Game
Hans Zimmer Interstellar
Gary Yershon Mr. Turner
Jóhann Jóhannsson The Theory of Everything

A sfidarsi per il premio alla migliore colonna sonora di quest’anno saranno due plurinominati e due compositori alla loro prima candidatura.

Hans Zimmer, autore di un lavoro colossale per la colonna sonora di Interstellar, è già stato candidato nove volte e ha una vittoria all’attivo per The Lion King.
Alexandre Desplat, candidato per il lavoro svolto sia per The Grand Budapest Hotel che per The Imitation Game, ha raggiunto quota otto nomination, ma è ancora a digiuno di vittorie.
Gary Yershon e Jóhann Jóhannsson, nominati rispettivamente per Mr. Turner e The Theory of Everything, sono alla prima candidatura agli Oscar nella loro carriera.

La pellicola che ha meno possibilità di vittoria è senza dubbio Mr. Turner, piccolo gioiellino ignorato dai più che vanta una colonna sonora di buona fattura, ma molto classica. Giusto il riconoscimento con la candidatura, ma difficilmente arriverà il premio.

Alexandre Desplat ha buone chances di vittoria, essendo in gara con due pellicole dalle colonne sonore particolarmente azzeccate con caratteristiche completamente diverse, dalle melodie fiabesche e incantate di The Grand Budapest Hotel a quelle dalle tinte più drammatiche e struggenti di The Imitation Game. Le possibilità di vittoria di Desplat potrebbero aumentare in caso di mancata vittoria in altre categorie più importanti per le due pellicole in cui ha lavorato, aspetto che potrebbe fare scattare il meccanismo di compensazione per non fare rimanere a bocca asciutta due film con un alto numero di nomination, prospettiva molto realistica soprattutto per quanto riguarda The Imitation Game.

La mia personale preferenza ricade sull’operato di Hans Zimmer per Interstellar, che ha portato a una colonna sonora perfettamente armonizzata con le coinvolgenti immagini del film, un tripudio di organi, archi e pianoforte ottenuto coinvolgendo un gruppo di artisti di fama mondiale, il cui lavoro si è dimostrato un vero valore aggiunto della pellicola, soprattutto nelle scene dall’impatto emotivo più forte.

Colui che gode dei favori del pronostico è però Jóhann Jóhannsson, che ha già trionfato nella medesima categoria ai Golden Globe e ha realizzato un toccante commento sonoro per una storia d’amore non convenzionale, colonna portante di The Theory of Everything, che sta avendo un ottimo riscontro di critica e pubblico e sarà sicuramente protagonista durante la notte degli Oscar.

Chi vincerà: Jóhann Jóhannsson The Theory of Everything
Chi dovrebbe vincere per Nuovo Cinema Lebowski: Hans Zimmer Interstellar
Vincitore dell’Oscar 2015 per la migliore colonna sonoraAlexandre Desplat – The Grand Budapest Hotel

The grand budapest hotel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.