Oscar 2015 per la migliore attrice protagonista

Migliore attrice protagonista

Nomination

Marion CotillardDeux jours, une nuit
Felicity JonesThe Theory of Everything
Julianne MooreStill Alice
Rosamund PikeGone Girl
Reese WitherspoonWild

Mai come quest’anno è giusto dire che il premio se lo meriterebbero tutte le candidate, cinque donne meravigliose che hanno regalato altrettante superbe prestazioni, che reggono gran parte del peso delle rispettive pellicole.

Reese Witherspoon in Wild è l’eccellente interprete di una donna sconfitta dalla vita, che riesce a ritrovarsi in un viaggio esistenziale in mezzo alla natura. Una prova da attrice matura e ricca di sfumature per l’ex fidanzatina d’America, che è già stata premiata una volta con l’Oscar come migliore attrice protagonista per Walk The Line.

Giusto inoltre segnalare che il regista di Wild, Jean-Marc Vallée, con le nomination di Reese Whiterspoon e Laura Dern è riuscito nell’impresa di portare per il secondo anno consecutivo due attori di un suo film alla candidatura per l’Oscar, dopo i vincitori dell’anno passato Matthew McConaughey e Jared Leto per le loro prove in Dallas Buyers Club.

Felicity Jones ha sorpreso tutti con la sua prova nel ruolo di Jane Hawking, che da ragazza insicura e fragile diventa donna forte e piena di carattere, diventando un punto di riferimento fondamentale nella vita e nel lavoro del celebre marito. Questa interpretazione ha permesso a Felicity Jones di raggiungere la prima nomination all’Oscar e sarà probabilmente il punto di svolta della sua carriera, visto anche che è stata recentemente scelta come attrice protagonista nel primo spin-off della saga di Star Wars.

La candidatura di Marion Cotillard per Due giorni, una notte, ottima pellicola dei fratelli Dardenne clamorosamente snobbata nella categoria miglior film in lingua straniera, è una delle migliori notizie di queste nomination: una performance sensazionale nella parte di una donna distrutta dal rischio di perdere il lavoro, che deve farsi forza e cercare di convincere i colleghi a votare a suo favore in una decisione aziendale che sarà decisiva per il suo destino, giustamente riconosciuta dai giurati dell’Academy pur provenendo da un film di nicchia e poco premiato al botteghino. Per Marion Cotillard è la seconda nomination agli Oscar, dopo la vittoria come migliore attrice protagonista per la parte di Édith Piaf in La vie en rose.

Rosamund Pike ha stregato tutti con una delle interpretazioni più discusse e riuscite dell’intera annata cinematografica, nel ruolo della perfida e spietata Amy Dunne in Gone Girl. La mirabile prova di Rosamund Pike eleva il valore dell’intero film, rendendo il proprio personaggio davvero inquietante nell’alternanza di momenti sereni e romantici con altri di cinica e crudele follia. Con questa performance l’attrice inglese raggiunge la prima meritatissima nomination all’Oscar e l’apice della propria carriera, che l’aveva già vista in ruoli tutt’altro che disprezzabili come quello della Bond girl in La morte può attendere o di Jane Bennet in Orgoglio e Pregiudizio.

Nonostante queste quattro agguerritissime e meritevoli contendenti, la statuetta finirà giustamente nelle mani di una delle migliori attrici viventi, che risponde al nome di Julianne Moore. Dopo cinque assalti falliti al premio, è arrivato il momento della consacrazione per la protagonista di Still Alice, dramma straziante sul degrado fisico e mentale di una donna colpita da una forma presenile del morbo di Alzheimer.
Julianne Moore, con poche espressioni e minimi cambi del tono di voce, riesce a rendere perfettamente la progressiva perdita di forza e fiducia di quella che prima della malattia era un’insegnante universitaria e punto di riferimento della propria famiglia, toccando lo spettatore con una performance davvero emozionante e coinvolgente, destinata a rimanere nella memoria per molto tempo.

Julianne Moore presto sarà probabilmente operata di epicondilite, a causa dell’usura al gomito provocatale dal gesto di alzare una serie lunghissima dei più importanti premi della stagione cinematografica, successione che avrà una giusta e inevitabile conclusione con l’Oscar come migliore attrice protagonista.

Chi vincerà: Julianne MooreStill Alice
Chi dovrebbe vincere per Nuovo Cinema Lebowski: Julianne MooreStill Alice
Vincitrice dell’Oscar 2015 per la migliore attrice protagonista: Julianne Moore – Still Alice

still alice

2 pensieri su “Oscar 2015 per la migliore attrice protagonista

  1. Pingback: Oscar 2015 per il miglior film straniero | Nuovo Cinema Lebowski

  2. Pingback: Oscar 2015 per la migliore attrice non protagonista | Nuovo Cinema Lebowski

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.