Oscar 2015 per i migliori costumi

Oscar 2015 per i migliori costumi

Nomination

 Milena Canonero – The Grand Budapest Hotel
Mark Bridges – Inherent Vice
Colleen Atwood – Into the Woods
Anna B. Sheppard e Jane Clive – Maleficent
Jacqueline Durran – Mr. Turner

Per questa categoria tecnica si sfidano persone che hanno già vinto il premio o sono state nominate diverse volte.

L’italiana Milena Canonero è alla sua nona nomination, con già tre vittorie all’attivo per i suoi lavori in Barry Lyndon, Momenti di Gloria e Marie Antoinette.
Anche Colleen Atwood ha già vinto il premio tre volte, per i suoi lavori in Chicago, Memorie di una Geisha e Alice in Wonderland, con un totale di undici nomination, compresa questa per il suo operato in Into the Woods.
Jacqueline Durran è alla sua quarta nomination, con una vittoria all’attivo per il suo lavoro in Anna Karenina.
Mark Bridges ha già vinto la statuetta per il suo operato in The Artist, nell’unica nomination della sua carriera prima di quella di quest’anno per Inherent Vice.
Anna Sheppard è alla terza nomination della sua carriera, ma non ha mai vinto il premio in precedenza.

I film candidati abbracciano diverse ambientazioni: il mondo della favole di Maleficent e Into the Woods, la Los Angeles degli anni ’60/’70 di Inherent Vice, l’Inghilterra della prima metà del diciannovesimo secolo in Mr. Turner e un lussuoso albergo europeo del secolo scorso in The Grand Budapest Hotel. Tutti i costumi dei film nominati sono ben curati e si inseriscono appropriatamente nelle rispettive ricostruzioni sceniche, risultando un valore aggiunto e in certi casi uno strumento per distogliere l’attenzione dai punti deboli delle rispettive pellicole.

Con un po’ di orgoglio patriottico, credo e spero che a ricevere la statuetta il 22 Febbraio sia la nostra Milena Canonero, orgoglio per tutta l’Italia con i suoi lavori per alcuni dei migliori registi di sempre, fra cui Stanley Kubrick (con cui ha collaborato in Barry Lyndon, Arancia Meccanica e Shining), Francis Ford Coppola (The Cotton Club), Roman Polanski (Carnage) e Alan Parker, per cui ha curato i costumi di Fuga di mezzanotte.
Il lavoro di Milena Canonero in The Grand Budapest Hotel va oltre la semplice realizzazione di costumi pertinenti al film, diventando un modo di caratterizzare il personaggio attraverso il suo look, come nel caso delle strambe vesti di Madame D (Tilda Swinton) e dell’ispettore Henckels (Edward Norton), o delle divise viola di Monsieur Gustave H (Ralph Fiennes) e degli altri inservienti dell’hotel, di ottima fattura e perfettamente integrate con l’atmosfera surreale del film di Wes Anderson.

Chi vinceràMilena Canonero – The Grand Budapest Hotel
Chi dovrebbe vincere per Nuovo Cinema LebowskiMilena Canonero – The Grand Budapest Hotel
Vincitrice dell’Oscar 2015 per i migliori costumi: Milena Canonero – The Grand Budapest Hotel

gbh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.