Thunderball – Agente 007 – Thunderball (Operazione Tuono) (1965)

Thunderball

Titolo originaleThunderball
Paese di Produzione: Gran Bretagna, USA
Anno di uscita1965
Durata130′
RegiaTerence Young
SceneggiaturaJohn Hopkins, Richard Maibaum
MusicheJohn Barry, Monty Norman
Interpreti: Sean Connery, Adolfo Celi, Claudine Auger, Lois Maxwell, Bernard Lee, Desmond Llewelyn, Luciana Paluzzi
Thunderball (1965) on IMDb

 

 

Thunderball22
«Mia cara Domino.»
«Come fa a sapere il mio nome?»
«C’è scritto sul braccialetto intorno alla caviglia.»
«Però, che occhietti aguzzi!»
«E non ha ancora assaggiato i miei denti…»

Nel 1965, dopo solo tre anni dalla sua comparsa negli schermi di tutto il mondo, l’agente 007 è ormai diventato a tutti gli effetti un’icona popolare, nonchè una gallina dalle uova d’oro dal punto di vista commerciale.
Il budget per Thunderball viene triplicato rispetto al capitolo precedente, arrivando alla ragguardevole cifra di circa 9 milioni di dollari.
Alla regia viene richiamato Terence Young, ruolo da lui già ricoperto per i primi due film della saga, mentre al gruppo di attori ricorrenti, su cui primeggia la star Sean Connery, vengono affiancati i nuovi ingressi di Adolfo Celi e delle due bellissime Bond girl Claudine Auger e Luciana Paluzzi.

Thunderball3«Questo fucile è più adatto a una donna.»
«Si intende di fucili, signor Bond?»
«No, mi intendo un po’ di donne.»

L’agente 007 questa volta si trova a fronteggiare Emilio Largo(Adolfo Celi), numero 2 della SPECTRE.
Il piano del criminale è quello di fare dirottare un aereo NATO con due bombe atomiche a bordo, da sganciare su obiettivi civili inglesi o americani, a meno che non venga pagato un riscatto di 100 milioni di sterline.
James Bond ottiene da M l’autorizzazione per essere inviato alle Bahamas per tentare di sventare il piano.
Giunto sul posto, si troverà a fronteggiare l’agente SPECTRE Fiona Volpe(Luciana Paluzzi) e il malvagio Largo, al quale cercherà di togliere anche l’amore della sua meravigliosa amante Domino, interpretata da Claudine Auger.

Thunderball4“Un uomo di mondo non dovrebbe esserne mai privo.”

La saga di James Bond prosegue la sua inarrestabile marcia con questo quarto capitolo, dal budget sempre più imponente, che viene impiegato al meglio.
Le scene di azione sono sempre più spettacolari e raggiungono il loro apice nelle battaglie sottomarine e nella spassosa fuga iniziale di James Bond tramite il jetpack, ennesimo gadget tecnologico a sua disposizione.

Il compianto orgoglio italiano Adolfo Celi interpreta uno dei villain più riusciti di tutta la saga, che unisce la classe di un uomo benestante al cinismo dei più spietati criminali, ancora nella memoria di tutti gli appassionati per la celeberrima benda su un occhio.
Azzeccata anche la scelta delle due bond girl di carattere diametralmente opposto, una fragile e sensibile e l’altra fredda e spietata criminale, interpretate rispettivamente da Claudine Auger(una delle più belle attrici di tutta la serie) e dall’italiana Luciana Paluzzi.

Le consuete ambientazioni tropicali mozzafiato (riprese anche nel 2006 in Casino Royale) fanno il resto, immergendo lo spettatore in un mondo apparentemente incantato, ma che pullula di feroci e spietati criminali.
Coinvolgente come sempre l’accompagnamento sonoro, su cui domina il tema di Tom Jones che dà il titolo alla pellicola.

A dispetto di questi aspetti positivi, Thunderball lascia però l’impressione di un piccolo passo indietro rispetto a Goldfinger, precedente capitolo della saga.
L’intreccio risulta meno coinvolgente del solito e la consueta carica ironica di Sean Connery viene annacquata dall’eccessiva durata complessiva e dalle già citate lunghissime e ripetute scene sottomarine, bellissime da vedere, ma penalizzanti sul fronte del ritmo della narrazione.

Nonostante queste piccole imperfezioni, Thunderball fu un successo commerciale senza precedenti e riuscì a creare un’atmosfera magica, difficilmente riscontrabile nei capitoli più recenti della saga cinematografica dell’agente 007, che lo ha reso un film comunque godibile e consigliabile anche ai non appassionati del genere.

Curiosità

Claudine Auger fu doppiata da Nikki Van der Zyl, che aveva già doppiato Ursula Andress in Dr. No.

Adolfo Celi in Amici miei cita la sua interpretazione di Emilio Largo, mettendosi una benda su un occhio durante uno scherzo.

Primo film della saga a vincere l’Oscar per i migliori effetti speciali.

Tenendo conto del tasso di inflazione, si stima che Thunderball abbia guadagnato più di 600 milioni di dollari attuali, dato che lo rende il miglior incasso dell’intera saga e il ventottesimo della storia del cinema.

Nel 1983 è uscito un remake non ufficiale di Thunderball, intitolato Never Say Never Again, nuovamente con Sean Connery nei panni dell’agente 007.
Il titolo ironizza sulla celebre dichiarazione di Sean Connery(Never Again!) dopo aver girato il suo ultimo film ufficiale della saga, Diamonds Are Forever.

Un pensiero su “Thunderball – Agente 007 – Thunderball (Operazione Tuono) (1965)

  1. Pingback: Octopussy – Operazione piovra (1983) | Nuovo Cinema Lebowski

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.