You Only Live Twice – Agente 007 – Si vive solo due volte (1967)

You only live twice

Titolo originaleYou Only Live Twice
Paese di Produzione: Regno UnitoUSA
Anno di uscita1967
Durata: 117′
Regia: Lewis Gilbert
SceneggiaturaRoald Dahl
MusicheJohn Barry
InterpretiSean ConneryDonald PleasenceMie HamaKarin DorAkiko Wakabayashi, Bernard Lee, Lois MaxwellDesmond Llewelyn
You Only Live Twice (1967) on IMDb

 

 

Si vive solo due volte 4“Cosa non farei per l’Inghilterra!”

You Only Live Twice è il primo vistoso passo falso della saga, figlio di una sceneggiatura completamente stravolta rispetto all’omonimo romanzo e soprattutto fiaccato dalla peggiore interpretazione di Sean Connery, visibilmente svogliato e desideroso di abbandonare i panni dell’agente 007.
L’attore scozzese verrà rimpiazzato da George Lazenby nel successivo capitolo della serie, Agente 007 – Al servizio segreto di Sua Maestà.
Uno dei punti forti di You Only Live Twice è certamente rappresentato dall’interpretazione da parte di Donald Pleasence del villain Ernst Stavro Blofeld, fino a quel momento senza volto. Altri attori si avvicenderanno nei panni di Blofeld, ma quella di Pleasence verrà sempre considerata come la rappresentazione più riuscita e iconica.
Completano il cast le tutt’altro che indimenticabili Bond-girl Karin DorAkiko WakabayashiMie Hama.
Prima e unica regia all’interno della serie da parte di Lewis Gilbert.

Si vive solo due volte«Perché le ragazze cinesi hanno un sapore diverso dalle altre?»
«Pensi che siamo meglio, ah?»
«No, solo diverse. L’anatra alla pechinese è diversa dal caviale russo, ma mi piacciono entrambi.»

Alcune navicelle spaziali russe e americane scompaiono misteriosamente. Le due superpotenze cominciano a scambiarsi reciproche accuse per l’avvenuto, acuendo la tensione già esistente fra loro, in modo da portare il mondo sull’orlo della terza guerra mondiale. I servizi segreti britannici, convinti della buona fede dei due contendenti, scoprono una traccia che porta in Giappone e soprattutto che fa pensare a un complotto da parte della SPECTRE per avvantaggiarsi di un eventuale conflitto su larga scala.
James Bond viene inviato a Tokyo per fare luce sulla questione e cercare di evitare che la situazione fra USA e URSS precipiti.

YOU ONLY LIVE TWICE«Regola numero uno: non fare mai niente da te stesso, quando c’è un altro che può farlo per te.»
«E la numero due?»
«Numero due: in Giappone, gli uomini vengono primi, e le donne seconde.»

Si vive solo due volte ha diversi punti deboli e pochissimi pregi.
Il difetto più vistoso è rappresentato dalla totale apaticità di Sean Connery, stanco del personaggio dell’agente 007 e probabilmente timoroso di diventare prigioniero di un solo ruolo. La sceneggiatura di Roald Dahl non ha certamente aiutato l’attore scozzese a trovare motivazioni per la parte: priva di mordente e con poca azione, castrante nei confronti di un personaggio che ha nell’ironia il principale pregio e imbarazzante in alcuni punti, in particolare quando James Bond viene ridicolmente truccato come un giapponese per cercare di mimetizzare le sue origini non orientali.
Le Bond-girl fanno il resto: tutte le fiamme di Bond nel film sono prive di carisma e non particolarmente seducenti. Soprattutto per quanto riguarda le due asiatiche Mie Hama e Akiko Wakabayashi, si ha la netta sensazione di una limitata capacità recitativa e di una scarsissima alchimia con Sean Connery e con gli altri attori principali e secondari, aspetto che rende le scene fra loro meccaniche e forzate e che raffredda notevolmente la loro carica erotica e l’ironia che aveva contraddistinto la serie fino a quel momento.

L’aspetto più positivo del film è costituito dalla straordinaria interpretazione di Donald Pleasence nei panni di Blofeld, che lo ha definitivamente lanciato come uno dei più importanti caratteristi del cinema mondiale ed è certamente fra le prove più riuscite della serie per quanto riguarda i nemici dell’agente 007. Molto affascinanti le ambientazioni giapponesi, che non hanno per protagonista la sola Tokyo, ma anche le aree più rurali e meno contaminate dall’uomo. Lodevoli anche le scenografie all’interno del vulcano, sede operativa della SPECTRE.
Come al solito brillanti i gadget tecnologici di Q, che stavolta consistono in un piccolo elicottero pieno di armi e una speciale sigaretta in grado di sparare proiettili.
Non particolarmente esaltante in senso assoluto, ma particolarmente calzante per il film il tema cantato da Nancy Sinatra, figlia della leggenda Frank.

You Only Live Twice è un film dimenticabile e invecchiato male, che si mantiene a galla grazie all’autorevolezza che eredita dai capitoli precedenti e a pochi spunti positivi, che lo rendono un’opera non totalmente negativa, battuta a vuoto di una serie che avrà modo di risollevarsi nei capitoli successivi.

Si vive solo due volte 3«James Bond! Mi permetta di presentarmi: io sono Ernst Stavro Blofeld. Mi avevano detto che lei era stato assassinato a Hong Kong.»
«Sì. Questa è la mia seconda vita.»
«Si vive solo due volte, signor Bond.»

Curiosità

Gran parte dello staff tecnico del film, fra cui il regista Lewis Gilbert e i produttori Albert Broccoli e Harry Saltzman, scampò per un soffio alla morte che colpì i passeggeri del volo BOAC flight 911, schiantatosi vicino al monte Fuji il 5 Marzo 1966.
I membri dello staff di You Only Live Twice avrebbero dovuto imbarcarsi sul volo, ma rinunciarono all’ultimo momento perchè furono invitati a uno spettacolo di ninja.
Questo avvenimento diede un risvolto inquietante e sinistro al titolo del film.

You Only Live Twice fu il primo film della saga a mostrare James Bond con un’uniforme della marina britannica e a evidenziarne il grado di capitano di fregata.

Nancy Sinatra fu la prima cantante non britannica a cantare il tema principale di un film della saga.

Ernst Stavro Blofeld, il villain interpretato da Donald Pleasence, quando parla non sbatte mai le palpebre.

Un pensiero su “You Only Live Twice – Agente 007 – Si vive solo due volte (1967)

  1. Pingback: On Her Majesty’s Secret – Agente 007 – Al servizio segreto di Sua Maestà (1969) | Nuovo Cinema Lebowski

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.