The Disappearance of Eleanor Rigby – La scomparsa di Eleanor Rigby (2013)

La scomparsa di Eleanor RigbyTitolo originaleThe Disappearance of Eleanor Rigby
Paese di Produzione: USA
Anno di uscita: 2013
Durata: 190′
Regia: Ned Benson
Sceneggiatura: Ned Benson
Musiche: Son Lux
Interpreti: Jessica Chastain, James McAvoy, Viola Davis, William Hurt, Bill Hader, Isabelle Huppert, Ciarán Hinds, Jess Weixler, Archie Panjabi
The Disappearance of Eleanor Rigby: Him (2013) on IMDb

 

 

 

La scomparsa di Eleanor Rigby“C’è solo un cuore in questo corpo. Abbi pietà di me.”

The Disappearance of Eleanor Rigby è un film del 2013 scritto e diretto da Ned Benson, uscito inizialmente in due parti distinte ma strettamente correlate fra loro, The Disappearance of Eleanor Rigby: HimThe Disappearance of Eleanor Rigby: Her, che narrano la storia dai rispettivi punti di vista dei due protagonisti; successivamente è uscita una terza versione della pellicola, The Disappearance of Eleanor Rigby: Them, montaggio alternativo di scene già presenti nelle prime due parti, che unisce le due prospettive in un raffazzonato miscuglio che toglie al film gran parte della propria forza.
Si consiglia di visionare la pellicola guardando prima le due prospettive dei protagonisti ed eventualmente solo in un secondo tempo la versione Them, preferibilmente partendo da The Disappearance of Eleanor Rigby: Him, episodio proiettato per primo ai festival e idea originaria di Ned Benson per il film, ampliata successivamente per approfondire il personaggio di Eleanor Rigby, interpretato da una straordinaria Jessica Chastain.

La scomparsa di Eleanor Rigby 2
«Mi ameresti ancora anche se non riuscissi a pagare la cena?»
«È possibile.»

Il film racconta la storia d’amore di Conor Ludlow (James McAvoy) ed Eleanor Rigby (Jessica Chastain), chiamata così dai genitori come omaggio ai Beatles e alla loro celebre canzone, in un susseguirsi di salti avanti e indietro nel tempo.
In tutte le versioni della pellicola, inizialmente veniamo a conoscenza del fallito tentativo di suicidio da parte di Eleanor, psicologicamente distrutta per un avvenimento che l’ha portata anche alla separazione da Conor; il film procede mostrando la parabola del rapporto fra Eleanor e Conor, dai primi felici momenti al tentativo di riavvicinamento dopo il triste evento che ha portato alla separazione dei due protagonisti.

THE DISAPPEARANCE OF ELEANOR RIGBY«Non arriveremo mai dov’eravamo.»
«Dov’eravamo?»
«In un posto bello.»

The Disappearance of Eleanor Rigby colpisce al cuore lo spettatore con il toccante racconto di due vite distrutte e un amore spezzato da un triste destino, narrato con una formula originale che permette di cogliere pienamente i differenti stati d’animo e i due modi di affrontare il dramma da parte dei protagonisti, tanto distanti fra loro quanto bisognosi l’uno dell’altro per reagire.
Ned Benson sceglie coraggiosamente di non mostrare l’evento che segna per sempre le vite dei protagonisti, cercando di descrivere l’indescrivibile dolore che alberga nell’animo di Eleanor e Conor senza spettacolarizzarlo, preferendo i toni pacati e i lunghi silenzi alla rabbia viscerale, non raggiungendo però il coinvolgimento emotivo e la coerenza narrativa di The Broken Circle Breakdown (edito in Italia col titolo Alabama Monroe – Una storia d’amore), simile a The Disappearance of Eleanor Rigby per trama e temi trattati, ma superiore sotto quasi tutti i punti di vista.

Il personaggio che brilla di più in entrambe le versioni della storia è sicuramente quello di Eleanor, grazie a una prova maiuscola (e ingiustamente snobbata) di Jessica Chastain, superba nel dipingere la lacerazione interiore e la malinconia del proprio personaggio nella versione Her e la freddezza con cui vengono percepite le sue azioni da Conor nella Him, mostrando in ambedue le pellicole una formidabile espressività in un’ampia gamma di emozioni e situazioni diverse, con cui si conferma una delle migliori attrici del panorama cinematografico odierno.

La prestazione di Jessica Chastain da una parte distoglie l’attenzione da alcuni punti deboli del film, che a tratti difetta in incisività e risulta eccessivamente frammentato dalle varie sottotrame aperte e non sempre chiuse, mentre dall’altra risalta la prova monocorde di James McAvoy, che viene annichilito dal confronto con la collega anche a causa di un personaggio poco approfondito e analizzato, di cui spesso risulta difficile comprendere i pensieri e le emozioni che ne guidano le azioni e col quale lo spettatore non empatizza mai fino in fondo, difetto non da poco se si considera che originariamente la controparte femminile doveva essere poco più che una comparsa in una pellicola focalizzata sul personaggio di Conor.

Nonostante alcuni difetti, The Disappearance of Eleanor Rigby rimane un prodotto di buona fattura, uno spaccato di vita vera capace di offrire momenti di grande cinema grazie a Jessica Chastain e ad alcuni personaggi secondari, fra cui brillano Viola Davis e William Hurt, supporti fondamentali nel percorso di rinascita e superamento del dolore della protagonista.

Notevole in tutte le versioni della pellicola il finale, un finale vero, realistico e sfumato al punto giusto, che ci accompagna sulla soglia del destino di due personaggi che nonostante le avversità e le diversità non riescono a stare lontani.

Curiosità

Jessica Chastain ha rifiutato una parte in Iron Man 3 per lavorare in questo film.

Originariamente Ned Benson aveva riservato a Eleanor Rigby un ruolo più piccolo; a causa delle richieste da parte di Jessica Chastain di conoscere qualcosa in più a proposito del suo personaggio il regista e sceneggiatore ha deciso di creare due film con i diversi punti di vista della coppia.

Joel Edgerton rifiutò la parte di Conor Ludlow, andata poi a James McAvoy.

Ned Benson e Jessica Chastain sono stati legati sentimentalmente fino al 2010, anno in cui si sono lasciati rimanendo comunque in buoni rapporti.

Ned Benson ha scritto alcune parti del film durante le sue visite a Jessica Chastain sul set di The Tree of Life.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.