Ma io non sono – But I Am Not

Ma io non sonoMa io non sono… 
ciò che voi vedete di me

Ma io non sono – But I Am Not è un film italiano attualmente in preparazione, scritto, diretto e prodotto da Luigi Alberton e dalla sua casa di produzione indipendente Iride Film; il produttore esecutivo è Simone Bachini, vincitore di un David di Donatello 2010 per il suo lavoro nello straordinario L’uomo che verrà, diretto da Giorgio Diritti.
Ma io non sono – But I Am Not si svolgerà nel piano temporale dei giorni nostri, in quello del primo Novecento e durante la Prima Guerra mondiale, di cui si racconterà un episodio troppo spesso dimenticato, ovvero la temporanea conquista del Sass de Stria da parte di una pattuglia italiana guidata dal sottotenente Mario Fusetti il 17 e 18 Ottobre del 1915.
Qui sotto il teaser trailer del film, che è stato premiato per la categoria trailer agli International Independent Film Awards dell’inverno 2015.

Youtube Ma io non sono

 

Nel panorama cinematografico italiano attuale, spesso avvilente e ostaggio di commedie demenziali o di film mediocri fotocopia l’uno dell’altro, il cinema indipendente è stato in grado di regalare belle sorprese, come The Special need e Fino a qui tutto bene, che è stato possibile realizzare anche al coraggio e alla forza da parte degli autori nel cercare fonti di finanziamento alternative; anche Ma io non sono – But I Am Not sta seguendo la medesima strada, ovvero l’impegno di decine di appassionati e amatori e una campagna di crowdfunding disponibile sul sito ufficiale del film.
Credo che sia l’occasione giusta per tutti gli appassionati di cinema di contribuire per quanto si può a un progetto coraggioso, ambizioso e diverso da quello a cui siamo abituati a vedere, che si prefigge anche l’obiettivo di ricordare attraverso un film un periodo fondamentale della storia italiana, ricostruito nella maniera più fedele possibile grazie anche alla consulenza di storici e studiosi della Grande Guerra come Franz Brunner; per questo motivo Ma io non sono – But I Am Not è stato inserito nel programma ufficiale per le Commemorazioni del Centenario della Prima Guerra mondiale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e ha ricevuto il patrocinio della Regione Veneto.

But i am not

Ma io non sono – But I Am Not sarà interpretato da giovani e promettenti attori come Antonio Pauletta, Paola Masciadri e Sara Tamburello, membri di spicco di un cast che ha ancora diverse posizioni aperte per cui è possibile candidarsi nella pagina del casting del sito del film, ulteriore modalità con cui è possibile contribuire a questo progetto.

A titolo personale, non posso che aspettare con entusiasmo e speranza il lavoro di un regista come Luigi Alberton, che è stato autore del film interattivo Blindness e della trilogia di adventure games Evocation, che chi è cresciuto come me negli anni ’90 a pane e avventure grafiche avrà forse avuto modo di giocare e apprezzare per l’originalità dei contenuti. La carne al fuoco è tanta: si parla di ricordi di vite precedenti, di amici diventati nemici nel giro di pochi giorni in nome di una guerra in cui loro stessi faticano a credere fino in fondo e soprattutto di uomini in lotta contro gli altri ma anche contro sé stessi, alla ricerca di una compiutezza che non riescono a trovare; invito quindi chiunque a diffondere il progetto, condividerlo ed eventualmente contribuire nelle diverse modalità ben spiegate nell’ottimo sito ufficiale di Ma io non sono – But I Am Notin cui è possibile avere aggiornamenti sullo stato della produzione e reperire anche altre interessanti informazioni sul film, che si girerà fra qualche mese e arriverà in sala nel 2016.