Mad Max: Fury Road (2015)

Mad Max Fury Road - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originale: Mad Max: Fury Road
Paese di Produzione: Australia, USA
Anno di uscita: 2015
Durata: 120′
Regia: George Miller
Sceneggiatura: George Miller, Brendan McCarthy, Nick Lathouris
Musiche: Junkie XL
Interpreti: Tom Hardy, Charlize Theron, Rosie Huntington-Whiteley, Zoë Kravitz, Nicholas Hoult, Riley Keough, Nathan Jones, Abbey Lee, Hugh Keays-Byrne, Megan Gale, Nathan Jones, Riley Keough, Abbey Lee
Mad Max: Fury Road (2015) on IMDb

Mad Max Fury Road - Nuovo Cinema Lebowski 2“Che giornata fantastica.”

Il film che tutti aspettavano al varco, già pronti a bordate di insulti e improperi vari, si rivela invece essere una delle più belle sorprese cinematografiche degli ultimi anni, che ha conquistato anche un pubblico spesso altezzoso come quello del Festival di Cannes, ricevendo un’autentica ovazione al termine della première.

In una di quella magie che solo il cinema può regalare, George Miller a 70 anni suonati e dopo 30 dall’ultimo episodio della saga da lui creata, passati ad occuparsi di film come Babe – Maialino coraggioso e Happy Feet, batte un colpo sulla spalla di tutti i registi d’azione più in voga negli ultimi anni, li prende per il colletto, li piega, li ripiega un’altra volta e se li mette in tasca, ridefinendo il genere da lui stesso inventato, creando il migliore reboot possibile di una serie che ha appassionato intere generazioni di spettatori, riuscendo nella difficilissima impresa di rinnovare il franchise e il personaggio di Max Rockatansky rimanendo fedele allo spirito degli episodi precedenti.

Tom Hardy si rivela un degno erede di Mel Gibson, portando su schermo un antieroe solitario e scontroso, segnato dal crollo della società e da tragedie personali che George Miller sceglie di mostrare con brevissime sequenze che raccontano più di mille parole e richiamano gli eventi di Mad Max.
Charlize Theron dimostra una volta di più che la classe non si sciacqua, mantenendo intatta la sua eleganza e il suo carisma anche immersa nel sudiciume e senza la sua caratteristica chioma bionda, interpretando una donna di grande carattere che si eleva dal ruolo di spalla a quello di vera e propria coprotagonista della pellicola.

Mad Max Fury Road - Nuovo Cinema Lebowski 5

George Miller evita accuratamente gli spiegoni e i raccordi con i precedenti capitoli della serie, partendo subito a mille e continuando ad accelerare, con una storia semplice e pochi dialoghi, che lasciano spazio a una vera e propria esperienza visiva su una lunga e disperata fuga.
Chi sta fuggendo, a bordo di un’autocisterna corazzata, è Furiosa (Charlize Theron), che porta con sé le Cinque Mogli, ovvero cinque bellissime e fertili donne – fra le quali svetta l’incantevole Rosie Huntington-Whiteley – scelte dal malvagio tiranno Immortan Joe (Hugh Keays-Byrne) per accoppiarsi con lui creando una generazione forte e sana che vada a prendere il posto della malata attuale.
Immortan Joe invia all’inseguimento di Furiosa il suo esercito dei Figli della Guerra, fra i quali spicca Nux (Nicholas Hoult), che tiene prigioniero Max Rockatansky (Tom Hardy), anima in pena che vaga senza meta e senza scopo.
Una spaventosa tempesta di sabbia unisce il destino delle donne e quello di Max, che diventa loro alleato in una disperata fuga verso la salvezza del genere umano.

Mad Max Fury Road - Nuovo Cinema Lebowski 3

George Miller ribalta gli schemi classici del genere post atomico, accantonando i colori desaturati tipici del genere in favore di una fotografia calda e ricca di colori fortissimi, inseriti nei paesaggi mozzafiato della Namibia e in un montaggio serrato, tutti elementi che rendono la visione di Mad Max: Fury Road una gioia di due ore prima per gli occhi che per la mente. Singolare e controcorrente anche la scelta di riservare un ruolo preponderante nella pellicola al genere femminile – spesso in secondo piano in questo genere – che viene rappresentato da donne di grande carattere e che non hanno paura di sporcarsi le mani, in lotta per l’emancipazione da un regime dittatoriale che le vuole sfruttare solo come macchine adibite alla procreazione.

Le trame ingarbugliate e i dialoghi lunghi e profondi non abitano da queste parti e non hanno mai abitato nel mondo di Mad Max – si ricordino le 16 battute recitate da Mel Gibson in tutto Mad Max 2: The Road Warrior, ma Mad Max: Fury Road riesce nell’intento di regalare una scarica intelligente di adrenalina lunga due ore e di riconsegnare all’immaginario collettivo un personaggio storico del cinema degli anni ’80 e lo sguardo che da tempo mancava su un mondo desolato e distopico, irreggimentato da antagonisti degni di questo nome che ostacolano la lotta per la libertà di personaggi complessi e non macchiettistici, che ci auguriamo possa avere altri seguiti realizzati in maniera altrettanto riuscita.

Mad Max Fury Road - Nuovo Cinema Lebowski 4

Curiosità

Hugh Keays-Byrne in Mad Max: Fury Road interpreta un altro nemico di Max Rockatansky, dopo aver impersonato Toecutter nel primo Mad Max.

Tom Hardy ha avuto da Mel Gibson la “benedizione” per interpretare il ruolo di Max Rockatansky durante un incontro privato fra i due.

Quasi tutti gli effetti speciali con trucchi, stuntman e abili inquadrature. La CGI è stata utilizzata in particolare per mostrare il braccio mozzato di Furiosa e per rimuovere dal girato le imbracature degli stuntman.

Prima della sua morte avvenuta nel 2008, Heath Ledger fu preso in considerazione per il ruolo di Max.

In un piccolo ruolo compare Megan Gale, modella australiana celebre in Italia alla fine degli anni ’90 per le sue campagne pubblicitarie per la Vodafone.