Octopussy – Operazione piovra (1983)

Octopussy - Nuovo Cinema Lebowski 6Titolo originale: Octopussy
Paese di Produzione: Regno Unito, USA
Anno di uscita: 1983
Durata: 131′
Regia: John Glen
Sceneggiatura: Richard Maibaum, Michael G. Wilson, George MacDonald Fraser
Musiche: John Barry, John Philip Sousa
Interpreti: Roger Moore, Maud Adams, Louis Jourdan, Kristina Wayborn, Steven Berkoff, Kabir Bedi, Desmond Llewelyn, Lois Maxwell, Robert Brown, Ken Norris, Eva Rueber-Staier, Vijay Amritraj
Octopussy (1983) on IMDb

 

Octopussy - Nuovo Cinema Lebowski 2“007 su un’isola popolata esclusivamente da donne! Non lo vedremo fino all’alba!”

Il 1983 è l’anno dei due film di James Bond nell’arco di quattro mesi, Octopussy per quanto riguarda la saga ufficiale e l’apocrifo Never say never again, remake di Thunderball, scaturito da una disputa legale vinta da Kevin McClory, coautore dell’omonimo romanzo, che aveva già ottenuto la revoca per l’utilizzo del personaggio di Blofeld e dell’agenzia SPECTRE.
Il film “nemico” vede il clamoroso ritorno, nonostante la celebre frase “Mai più!” su cui gioca il titolo, del primo e più iconico volto dell’Agente 007, ovvero Sean Connery, che obbliga così la EON Productions a rivedere i propri piani, che prevedevano una sostituzione dell’attore principale, e a richiamare in servizio l’unico attore in grado di reggere il confronto con il celeberrimo predecessore, ovvero Roger Moore, che riprende il ruolo di James Bond alla soglia dei 56 anni.
La produzione gioca tutte le carte possibili per vincere la battaglia degli incassi con Never say never again, realizzando un film pieno di azione e di bellissime donne, che presenta diverse esagerazioni e cadute di stile, debitore verso I predatori dell’arca perduta (uscito 2 anni prima), ma tuttavia godibile e apprezzabile.

Octopussy - Nuovo Cinema Lebowski 3 “Io non ho una patria, sono priva di ideali, e non devo scusarmi con un assassino prezzolato per quello che faccio.”

La trama particolarmente contorta, ma con temi già ampiamente sfruttati all’interno della saga, vede James Bond (Roger Moore) finire in India, sulle tracce del misterioso principe Kamal Khan (Louis Jourdan), il quale insospettisce l’Agente 007 per l’animosità con cui gli contende all’asta un uovo Fabergè inviato all’ambasciata inglese prima di morire dal suo collega Agente 009, che stava indagando su un traffico di gioielli contraffatti in Europa.
James Bond scopre in breve tempo che il traffico di gioielli è gestito dalla bellissima proprietaria di un circo Octopussy (Maud Adams, alla seconda presenza nella saga in due ruoli diversi), il cui padre si è suicidato a causa di un indagine dell’Agente 007 su di lui; i proventi ottenuti con questa attività illegale servono per finanziare il diabolico piano di Kamal e del generale russo Orlov (Steven Berkoff), ovvero fare esplodere un ordigno nucleare vicino a una base americana in Europa per convincere le nazioni europee a un disarmo atomico, lasciando così libero il campo per un’invasione sovietica dell’Occidente.
Bond cercherà di sventare il piano anche grazie all’aiuto di Octopussy e della sua squadra di guerriere.

Octopussy - Nuovo Cinema Lebowski 4 “Lei ha la cattiva abitudine di sopravvivere.”

Dopo For Your Eyes Only, Octopussy prolunga il periodo positivo della serie, intrattenendo lo spettatore con un film non privo di difetti e di momenti poco riusciti e autoparodistici, come James Bond travestito da clown o aggrappato alle liane come Tarzan, ma che nel suo complesso funziona e tiene sempre vivo l’interesse, grazie a una trama complessa ma ben congegnata, che gioca sulle paure e le insicurezze portate dalla Guerra Fredda, offre diversi spunti tipici del cinema d’avventura, riportato in auge in quel periodo da Steven Spielberg e dal suo I predatori dell’arca perduta e gode dell’ottima prova degli attori principali: il vecchio leone Roger Moore, nonostante un’età poco adeguata al ruolo, se la cava ancora alla grande dominando la scena, Louis Jourdan porta su schermo un villain ricco di fascino e sfaccettature, il migliore da qualche episodio a questa parte, mentre Maud Adams impersona con grande classe la prima Bond girl che dà il titolo a un film della saga, annichilendo l’altra interprete femminile principale del film, l’ex Miss Svezia Kristina Wayborn, che a differenza della collega non riesce ad accompagnare alla sua abbagliante bellezza un carisma tale da rendere interessante il proprio personaggio. Da segnalare inoltre la presenza in un piccolo ruolo di Kabir Bedi, che i più ricorderanno protagonista dello sceneggiato Sandokan, e di Robert Brown, che comincia con questa pellicola una serie di apparizioni nel ruolo di M, al posto del deceduto Bernard Lee.

John Glen fornisce un’altra buona performance alla regia, gestendo al meglio le scene d’azione, miscelando a dovere i momenti più leggeri con quelli più seri, sfruttando al meglio l’ambientazione indiana con tutti i suoi stereotipi e creando un’atmosfera intrigante e coinvolgente che nei capitoli successivi (sempre da lui diretti) non riuscirà sempre a ritrovare. Buona anche la colonna sonora e la theme song All Time High, cantata da Rita Coolidge, poco bondiana e dallo scarso successo al botteghino, ma fra le più ricordate dai fan della serie.

Octopussy - Nuovo Cinema Lebowski 5

Curiosità

All Time High, la title track del film, è cantata in modo buffo da Mark Wahlberg in Ted.

Octopussy incassò 187 milioni di dollari in tutto il mondo, battendo il “rivale” apocrifo Never Say Never again.

Maud Adams era già stata nel cast di un altro film della saga, The Man with the Golden Gun.

James Brolin era vicinissimo a un accordo con la produzione per interpretare James Bond, ma all’ultimo momento Roger Moore fu convinto a interpretare nuovamente il ruolo dell’Agente 007 per via dell’imminente rilascio di Never Say Never again, con protagonista lo storico interprete del ruolo Sean Connery.

Nei titoli di coda, viene annunciato From A View to a Kill come titolo dell’episodio successivo, che in realtà venne poi intitolato solamente A View to a Kill, edito in italiano come 007 – Bersaglio mobile.

4 pensieri su “Octopussy – Operazione piovra (1983)

  1. Pingback: Never Say Never Again – Mai dire mai (1983) | Nuovo Cinema Lebowski

  2. Pingback: A View to a Kill – 007 – Bersaglio mobile (1985) | Nuovo Cinema Lebowski

  3. Pingback: Ted (2012) | Nuovo Cinema Lebowski

  4. Pingback: Casino Royale (2006) | Nuovo Cinema Lebowski

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.