Ted (2012)

Ted - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originaleTed
Paese di Produzione: USA
Anno di uscita: 2012
Durata: 101′
Regia: Seth MacFarlane
Sceneggiatura: Seth MacFarlane, Wellesley Wild, Alec Sulkin
Musiche: Walter Murphy
Interpreti: Seth MacFarlane,
Mark Wahlberg, Mila Kunis, Giovanni Ribisi, Joel McHale, Jessica Barth, Patrick Warburton, Aedin Mincks, Laura Vandervoort, Sam J. Jones, Norah Jones, Tom Skerritt, Ryan Reynolds

Ted (2012) on IMDb


Ted - Nuovo Cinema Lebowski 5
“Era la vigilia di Natale e tutti i bambini erano eccitati. Era il momento speciale dell’anno, quando i bambini di Boston si riuniscono e picchiano i bambini ebrei. Ma c’era un bambino che non era così eccitato: il piccolo John Bennett, il solito ragazzino in ogni quartiere che ha difficoltà a fare amicizia. John desiderava con tutto il cuore qualcuno da poter considerare il suo vero amico e sapeva che semmai lui avesse trovato quell’amico, non lo avrebbe mai lasciato andare via.”

Ted è un film scritto, diretto e interpretato (con la voce dell’orsacchiotto protagonista) da Seth MacFarlane, universalmente conosciuto per essere il creatore delle popolarissime serie animate I Griffin e American Dad!. Si tratta di una commedia demenziale, politicamente scorretta ed estremamente volgare che vede protagonista un orsacchiotto di peluche vivente, realizzato in motion capture, affiancato da attori in carne e ossa come Mark Wahlberg e Mila Kunis. Nel corso del film compaiono inoltre svariate celebrità nella parte di loro stesse, come Sam J. Jones, Norah Jones o Tom Skerritt, perfette per fornire al film quella vena fortemente citazionista che funge da colonna portante al film, insieme al suo umorismo dissacrante e irriverente verso tutto e tutti. Nel 2015 è uscito un sequel del film, intitolato Ted 2, attualmente in programmazione nelle sale cinematografiche italiane.

Ted - Nuovo Cinema Lebowski 2“Quando arriva il temporale, io l’aspetto qui! Ripeto le parole del mio rimbombamico: Vaffanculo! Fammi un bel pippon! Tuono, io lo so, sei una scoreggia del ciel!”

Il film si apre con la descrizione di un bambino dai grossi problemi relazionali che, durante l’ennesimo Natale malinconico e solitario, esprime il desiderio di fare prendere vita all’orsacchiotto che gli hanno regalato i genitori. Miracolosamente il desiderio si avvera e l’orsetto Ted diventa una celebrità mondiale crescendo insieme al bambino, diventandone il migliore amico e stringendo con lui un legame indissolubile.
Anni dopo, il bambino diventato adulto John (Mark Wahlberg), ormai alla soglia dei 35 anni, passa ancora le sue giornate fumando erba, guardando film e bighellonando con il suo orsacchiotto Ted, nonostante la vita lo stia invitando a prendersi delle responsabilità sul lavoro e con la fidanzata Lori (Mila Kunis), con la quale si trova ormai a un bivio del rapporto. Nonostante le pressioni da parte di Lori, John non riesce a staccarsi da Ted, fino a quando, dopo diversi screzi causati dall’orsetto, la ragazza rompe con lui. John si trova quindi costretto a rivedere il suo rapporto con il suo compagno di giochi e di vita per cercare di riconquistare la fidanzata.

Ted - Nuovo Cinema Lebowski 4
“John, Flash Gordon è colui che ha influito maggiormente nella nostra formazione. Ci ha insegnato il giusto e lo sbagliato, il bene e il male, e che la parola “recitare” ha una definizione estremamente ampia. Flash Gordon è il simbolo della nostra amicizia, John!”

Ted è sicuramente un film che più demenziale non si può, ricca di gag volgari e irrispettose e con dei temi di fondo già ampiamente sfruttati, come la mancata accettazione della crescita e della vita da adulti o il contrasto fra gli amici più cari e la sfera sentimentale, ma cela al suo interno anche delle sfumature che lo pongono, secondo il sottoscritto, nella ristretta cerchia delle commedie americane più riuscite degli ultimi anni.
Pur con uno svolgimento più che prevedibile che, soprattutto nel finale, apre al buonismo e alle scelte più convenzionali e socialmente accettate, Ted parla con grande sincerità e realismo dell’esistenza di tanti di noi, alle prese con una vita più seriosa di quanto vorremmo dopo un’infanzia e un’adolescenza passate in compagnia degli amici di sempre e di una sconfinata cultura audiovisiva popolare fatta di opere come Star Wars, Indiana Jones, Jurassic Park e tante altre, che vengono continuamente richiamate accrescendo l’empatia dello spettatore verso quei due bambini imprigionati nel corpo di adulti che sembrano essere i protagonisti del film. L’inettitudine alla vita reale e l’incapacità di prendersi responsabilità di Ted e John diventano così una metafora di quella Sindrome di Peter Pan in cui tanti si riconosceranno e della voglia di non lasciare andare definitivamente quel bambino che è ancora in tutti noi, che porta a riconoscersi in questi due adulti immaturi e irresponsabili.
Assistiamo così a esilaranti siparietti in cui una sempre radiosa Mila Kunis si trova a fare da contraltare razionale, nella parte della persona matura con dei seri progetti futuri, alla vita di due adulti folli e immaturi, che per stare insieme a vedere i contenuti extra del DVD di un telefilm a loro caro o per incontrare uno dei loro idoli di gioventù (stupenda la parte della festa con il protagonista di Flash Gordon Sam J. Jones) sono disposti ad accantonare momentaneamente impegni, lavoro e amore. L’ironia tipica di Seth MacFarlane non risparmia nessuno: vengono punzecchiati dal suo corrosivo sarcasmo celebrità come Katy Perry, film popolari mal digeriti come Superman Returns (“Vi ricordate Brandon Routh, che interpretò quell’orribile film, Superman Returns? Mamma mia, tutte quelle aspettative per poi vedere quell’enorme cagata!”) o Jack e Jill (“Ah, le signore e io stavamo guardando Jack e Jill; Adam Sandler interpreta la parte di un uomo e sua sorella e fa veramente pena, è inguardabile”), ma anche vicende ben più serie come l’11 Settembre 2001.

Ted - Nuovo Cinema Lebowski 3«Questo posto è un disastro! Chi sono queste ragazze?»
«Oh, accidenti scusa, sono un cafone! Lori, loro sono Angelique, Heavenly, Charene e Sauvignon Blanc. Che spettacolo, in giro da qualche parte ci sono quattro pessimi padri che vorrei ringraziare per la magnifica serata.»

Tantissime le scene che faranno letteralmente piegare in due lo spettatore per le risate, come la canzoncina che Ted e John cantano durante i temporali per scongiurare la paura dei tuoni, i colloqui dell’orsetto con il suo capo al supermercato in cui lavora, la danza di corteggiamento di Ted a una sua collega cassiera o la parte in cui l’orsacchiotto viene rapito e costretto a fare i conti con un inquietante padre (interpretato da un grandissimo Giovanni Ribisi) e con il suo odioso figlio, desiderosi di averlo tutto per loro.
Mark Wahlberg dopo le tante ottime prestazioni in ruoli drammatici convince definitivamente anche in un ruolo brillante, impersonando perfettamente sia l’adulto immaturo sia il fidanzato innamorato di Mila Kunis, con la quale traspare un’ottima sintonia sia nelle situazioni comiche che in quelle romantiche.
Ted non è un film godibile da chiunque, per via dei toni volontariamente grezzi e sessualmente espliciti di tante delle gag presenti e per un citazionismo insistito e spinto all’estremo che può rendere difficoltosa la visione a chi non conosce le opere a cui si fa riferimento. Per tanti altri è invece il concretizzarsi su schermo del sogno di tanti bambini di avere un orsacchiotto personale, che però in questo caso fuma, beve e frequenta le prostitute. Se avete voglia di lasciare perdere per 100 minuti serietà e impegno, dedicandovi a una comicità surreale e delirante, ma tutt’altro che stupida, allora Ted è sicuramente il film che fa per voi e che vi consiglio di rivedere o recuperare per poi dedicarsi al sequel attualmente in sala.

Curiosità

Nella camera di John si possono notare i poster di Jurassic Park e Indiana Jones e il tempio maledetto.

Quando Ted è imprigionato risuona uno dei temi de I predatori dell’arca perduta.

Octopussy è il film visto di sfuggita in televisione da John e Lori durante il loro primo incontro; successivamente John durante un concerto di Norah Jones canta proprio il tema  principale del film.

La saga di Star Wars viene citata più volte: Ted e John collezionano gadget del film e vanno a vedere insieme Episodio I – La minaccia fantasma, inoltre la suoneria del telefono che John assegna a Lori è la celebre Marcia Imperiale.

Durante il film si ironizza sugli attentati terroristici dell’11 Settembre 2001. Seth MacFarlane  e Mark Wahlberg avrebbero dovuto imbarcarsi su uno dei voli dirottati dai terroristi, ma rimasero entrambi a terra per delle fortunate coincidenze.

Durante il film vengono citati più volte Flash Gordon e il suo protagonista principale Sam J. Jones come simboli dell’amicizia fra Ted e John.

In una foto che viene mostrata Ted e John riprendono una celebre sequenza di E.T. l’extra-terrestre.

La scena del ballo fra Ted e Lori è una citazione di una sequenza analoga de L’aereo più pazzo del mondo, che a sua volta è una parodia di La febbre del Sabato sera.

John cita al suo capo (amico di Tom Skerritt) una battuta di Top Gun, che però l’uomo non coglie.

Un pensiero su “Ted (2012)

  1. Pingback: Ted 2 (2015) | Nuovo Cinema Lebowski

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.