Venezia 72 – Giorno 3

Per la terza giornata del festival ho scelto di allontanarmi dal film in concorso per la prima parte della giornata, dedicandomi alle sezioni parallele delle Giornate degli autori e della settimana della critica. Ho così potuto vedere due buoni film come Early Winter, coproduzione australiana e canadese su un matrimonio in crisi, oltre a Banat (Il viaggio) dell’italiano Adriano Valerio, che affronta con grande originalità il problema della disoccupazione giovanile nel nostro paese, raccontando la storia di un ragazzo che per sbarcare il lunario decide di accettare un lavoro in Romania.

Mi sono poi portato sul red carpet per la star più attesa della giornata e probabilmente di tutto il Festival, ovvero Johnny Depp, che si è presentato insieme a Dakota Johnson e ad altri membri del cast di Black Mass, film fuori concorso che non ho potuto vedere. Non sono riuscito a fare foto decenti, anche se ho potuto appurare personalmente il “caso” del giorno, ovvero l’ormai celebre gonfiore di Johnny Depp, che pare sia dovuto a un ruolo per un suo prossimo film.

Johnny Depp - Venezia72 Dakota Johnson - Venezia72

Ho concluso la giornata con la visione del bellissimo Marguerite di Xavier Giannoli, che ha deliziato il pubblico con la toccante storia di un’aristocratica cantante per diletto, che non si accorge di non saper cantare. Applausi scroscianti per il film e per l’attrice protagonista Catherine Frot, che mette così una seria candidatura per la coppa Volpi alla migliore attrice.

Marguerite - Venezia 72 6 Marguerite - Venezia 72 Marguerite - Venezia 72 2 Marguerite - Venezia 72 3 Marguerite - Venezia 72 4 Marguerite - Venezia 72 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.