Festa del Cinema di Roma 2015 – Giorno 4

Ho cominciato questa quarta giornata della Festa del Cinema di Roma 2015 con la visione di Departure, film di Andrew Steggall presentato nella sezione Alice nella città dall’ottimo impatto visivo, ma che mi ha lasciato abbastanza freddo per lo sviluppo fin troppo semplicistico di un triangolo affettivo fra due ragazzi e la madre di uno di loro.

Departure - Nuovo Cinema Lebowski

Ho proseguito con l’incontro fra due fuoriclasse di due campi diversi come Wes Anderson, regista di film apprezzati da critica e pubblico come Moonrise Kingdom, Grand Budapest HotelFantastic Mr. Fox, e Donna Tartt, scrittrice a cui è stato attribuito il Premio Pulitzer per il suo romanzo Il cardellino. I due hanno dialogato con grande leggerezza e competenza a proposito del cinema italiano passato e presente, presentando alcune delle scene a cui sono più legati, come una lunga parte de L’oro di Napoli, di cui Wes Anderson in persona a chiesto la proiezione a fine incontro. Qui alcune immagini dell’evento.Wes Anderson e Donna Tartt Wes Anderson e Donna Tartt 2 Wes Anderson e Donna Tartt 4 Wes Anderson e Donna Tartt 5 Wes Anderson e Donna Tartt 6 Wes Anderson e Donna Tartt 8 Wes Anderson e Donna Tartt 7 Wes Anderson e Donna Tartt 9 Wes Anderson e Donna Tartt 3

A seguire è stato il turno dell’incontro fra due leggende del cinema internazionale come l’orgoglio italiano Dario Argento e William Friedkin, regista di capolavori come L’esorcista e Il braccio violento della legge. I due hanno si sono scambiati reciproci complimenti raccontando aneddoti delle rispettive carriere, soffermandosi soprattutto sul già citato L’esorcista e sul più celebre film di Argento, ovvero Profondo Rosso. Il regista romano ha creato grande ilarità in platea con una sua esternazione sugli effetti speciali moderni creati con là computer grafica, definiti “tutte cazzate”. Ecco alcune immagini dell’incontro.

Dario Argento e William Friedkin Dario Argento e William Friedkin 2 Dario Argento e William Friedkin 3 Dario Argento e William Friedkin 5 Dario Argento e William Friedkin 4 Dario Argento e William Friedkin 6 Dario Argento e William Friedkin 7

Ho terminato la giornata con la visione di The Walk, biopic diretto dal regista di Ritorno al futuro e Forrest Gump Robert Zemeckis sulla vita del funambolo Philippe Petit e sulla sua impresa più celebre, ovvero la camminata su un cavo sospeso fra le Torri Gemelle. Il film si eleva dalla media non esaltante di questa Festa per la grande emozione scaturita dalle scene ambientate sugli edifici distrutti l’11 Settembre 2001, integrate da un uso del 3D per una volta soddisfacente e funzionale alla pellicola. Convince anche la grande performance da parte di Joseph Gordon-Levitt, che ha dato il volto al famoso funambolo, che era presente in sala per la prima del film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.