Revenge of the Sith – La vendetta dei Sith (2005)

La vendetta dei Sith - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originale: Star Wars: Episode III – Revenge of the Sith
Paese di Produzione: USA
Anno di uscita: 2005
Durata: 140′
Regia: George Lucas
Sceneggiatura: George Lucas
Musiche: John Williams
Interpreti: Hayden Christensen, Natalie Portman, Ewan McGregor, Christopher Lee, Ian McDiarmid, Peter Mayhew, Samuel L. Jackson, James Earl Jones, Joel Edgerton, Frank Oz, Kenny BakerAnthony DanielsSilas Carson
Star Wars: Episode III - Revenge of the Sith (2005) on IMDb

La vendetta dei Sith - Nuovo Cinema Lebowski 2
“È così che muore la libertà: sotto scroscianti applausi.

Dopo critiche, delusioni e polemiche la trilogia prequel di Star Wars, fortemente voluta da George Lucas, arriva alla sua conclusione, allacciandosi degnamente ai primi tre episodi della saga e raccontando la tanto attesa conversione del Jedi Anakin Skywalker nel malvagio Darth Vader. Non un film perfetto, ma un film più che dignitoso, con il valore aggiunto di una parte finale in cui finalmente si ingrana la quarta, toccando vertici di cupezza e mestizia mai raggiunti prima nella serie. Vengono confermati i personaggi principali de L’attacco dei cloni, mentre c’è il graditissimo ritorno di Peter Mayhew nei panni del mitico Chewbecca, in una piccola ma importante comparsata. L’unico grande assente fra i personaggi che hanno fatto la storia di questa saga è Han Solo, inspiegabilmente mai mostrato né citato nel corso di questi ultimi tre film. Nonostante lo zoccolo duro dei fan non sia mai stato tenero nei confronti di questa seconda trilogia, La vendetta dei Sith è generalmente considerato il migliore di questi ultimi tre film e tenuto in considerazione positiva da critica e pubblico; ha inoltre avuto un ottimo riscontro al botteghino, con circa 850 milioni di dollari incassati in tutto il mondo. Fra pochi giorni, questo non sarà più l’ultimo lungometraggio della saga ufficiale: per la gioia dei fan, è infatti in arrivo Star Wars: The Force Awakens, che debutterà in Italia il prossimo 16 dicembre.

Nel proseguimento della recensione, soprattutto nel finale, si riveleranno parti importanti e significative della trama. Si sconsiglia pertanto la lettura a chi non ha ancora visto il film.
Continua a leggere

Attack of the Clones – L’attacco dei cloni (2002)

L'attacco dei cloni - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originale: Star Wars: Episode II – Attack of the Clones
Paese di Produzione: USA
Anno di uscita: 2002
Durata: 142′
Regia: George Lucas
Sceneggiatura: George Lucas, Jonathan Hales
Musiche: John Williams
Interpreti: Hayden Christensen, Natalie Portman, Ewan McGregor, Christopher Lee, Ian McDiarmid, Pernilla August, Samuel L. Jackson, Oliver Ford Davies, Joel Edgerton,  Frank Oz, Kenny Baker
Star Wars: Episode II - Attack of the Clones (2002) on IMDb

L'attacco dei cloni - Nuovo Cinema Lebowski 4
«Ci sono certe cose che nessuno può aggiustare. Non sei onnipotente, Ani.»
«Beh, devo diventarlo. E un giorno lo diventerò. Diventerò il Jedi più potente di tutti i tempi. Te lo garantisco. Imparerò anche a impedire che la gente muoia.»

Dopo la grande delusione de La minaccia fantasma, George Lucas corregge il tiro con L’attacco dei cloni, che, pur lontano dai fasti della trilogia classica e non privo di difetti, si dimostra un buon capitolo di transizione verso La vendetta dei Sith. Il deleterio Jar Jar Binks viene ridimensionato a poco più di una comparsa, mentre vengono inseriti due nuovi personaggi come Jango Fett (insieme al più celebre figlio Boba) e il Conte Dooku (interpretato dalla leggenda Christopher Lee), nuovo apprendista di Darth Sidious. La variazione più importante e discussa rispetto al precedente capitolo è però sicuramente il nuovo interprete di un Anakin Skywalker ormai adulto, ovvero Hayden Christensen. L’attore canadese ha ricevuto forti critiche in tutto il mondo (più un Razzie Award per il peggiore attore protagonista) per la sua scarsa espressività e per non aver caratterizzato a dovere un personaggio così importante come quello del giovane Darth Vader. Personalmente trovo queste accuse un po’ eccessive e causate anche dalla contemporanea presenza al suo fianco di attori più carismatici e conosciuti, come Ewan McGregorSamuel L. JacksonNatalie Portman e il già citato Christopher Lee. Continua a leggere

The Phantom Menace – La minaccia fantasma (1999)

La minaccia fantasma - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originale: Star Wars: Episode I – The Phantom Menace
Paese di Produzione: USA
Anno di uscita: 1999
Durata: 136′
Regia: George Lucas
Sceneggiatura: George Lucas
Musiche: John Williams
Interpreti: Jake Lloyd, Natalie Portman, Ewan McGregor, Liam Neeson, Ian McDiarmid, Pernilla August, Samuel L. Jackson, Oliver Ford Davies, Terence Stamp, Hugh Quarshie, Ahmed Best, Frank Oz, Kenny Baker
Star Wars: Episode I - The Phantom Menace (1999) on IMDb
La minaccia fantasma - Nuovo Cinema Lebowski 2
«Tu sei un angelo?»
«Cosa?»
«Un angelo. Ho sentito i piloti dello spazio profondo parlare di loro: sono le creature più belle dell’universo. Vivono sulle lune di Iego, credo.»
«Sei uno strano bambino. Come sai tutte queste cose?»
«Ascolto i mercanti e i piloti stellari che capitano quaggiù. Anch’io sono un pilota, sai, e un giorno o l’altro me ne volerò via da questo posto.»

Da quando è nato Nuovo Cinema Lebowski, mi sono trovato davanti ai sentimenti più disparati nello scrivere una recensione: esaltazione, divertimento (soprattutto per i filmbrutti), timore reverenziale, delusione, rabbia. Prima d’ora però, mai mi era capitato di scrivere di un film con un tale e nitido dispiacere. È doloroso dirlo, ma La minaccia fantasma è prima di tutto una pugnalata al cuore di tutti i fan della saga più amata della storia del cinema, un vero e proprio tradimento verso coloro che hanno contribuito ad alimentare negli anni la leggenda di Star Wars.

Un po’ come sta succedendo in questo momento per Star Wars: The Force Awakens, l’attenzione e l’attesa erano alle stelle per questo film, che rompeva un periodo di 16 anni di silenzio dopo Il ritorno dello Jedi: code chilometriche per i principali cinema americani, spettatori che compravano biglietti per altri film solo per visionarne il trailer, discussioni accese su cosa si sarebbe visto nella pellicola. Un evento più unico che raro nella storia del cinema, che aveva monopolizzato l’interesse dei fan, rimasti invece delusi da una pellicola mediocre, noiosa, realizzata con una computer grafica posticcia e invasiva e fiaccata ulteriormente da un personaggio male caratterizzato e a tratti fastidioso: il tristemente celebre Jar Jar Binks.
Continua a leggere

Xtro – Attacco alla Terra (1982)

Xtro - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originale: Xtro
Paese di Produzione: Regno Unito, USA
Anno di uscita: 1982
Durata: 81′
Regia: Harry Bromley Davenport
Sceneggiatura: Harry Bromley Davenport, Iain Cassie, Robert Smith, Michel Parry
Musiche: Harry Bromley Davenport
Interpreti: Philip Sayer, Bernice Stegers, Maryam d’Abo, Danny Brainin, Simon Nash, Peter Mandell, Anna Wing, David Cardy
Xtro (1982) on IMDb
Xtro - Nuovo Cinema Lebowski 3“Noi eravamo giovani pazzi, volevamo solo scioccare la gente. Non c’è nient’altro, davvero. È robaccia!”

Queste poche ma efficaci parole non sono mie considerazioni personali su Xtro – Attacco alla Terra, ma arrivano invece dalla vera voce del regista Harry Bromley Davenport. Proprio quest’uomo meraviglioso infatti, in un imperdibile filmato contenuto negli extra del DVD (sì, esiste il DVD di questo film, e sì, ne possiedo una copia!) racconta a cuore aperto sé stesso e la produzione di questa delirante pellicola, lasciandosi andare a riflessioni sull’horror, sul cinema, sulla vita, l’universo e tutto quanto. Credo che non ci possa essere una voce migliore da interporre al mio commento su questa pellicola, irrinunciabile per tutti gli amanti del filmbrutto. Continua a leggere

Spectre (2015)

Spectre - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originaleSpectre
Paese di Produzione: Regno Unito, USA
Anno di uscita: 2015
Durata: 148′
Regia: Sam Mendes
Sceneggiatura: John Logan, Neal Purvis, Robert Wade, Jez Butterworth
Musiche: Thomas Newman
Interpreti: Daniel Craig, Naomie Harris, Christoph Waltz, Léa Seydoux, Ralph Fiennes, Dave Bautista, Monica Bellucci, Jesper Christensen, Ben Whishaw, Rory Kinnear, Andrew Scott
Spectre (2015) on IMDb
Spectre - Nuovo Cinema Lebowski 2“Benvenuto, James. È passato tanto tempo, ma finalmente eccoci qui. Come mai ci hai messo tanto?”

Tre anni dopo il tanto apprezzato Skyfall, la saga dell’Agente 007 torna con Spectre, quarto episodio con Daniel Craig nei panni di James Bond e secondo con Sam Mendes alla regia. Come spesso accaduto negli ultimi capitoli della serie, è presente una forte componente di italianità, rappresentata dalla location di Roma, letteralmente paralizzata dalla produzione durante le riprese, e da una delle più belle donne della storia del nostro cinema, ovvero Monica Bellucci. Quest’ultima affianca la splendida Léa Seydoux nei panni delle due Bond girl del film, mentre per i ruoli dei villain sono stati ingaggiati il celebre ex wrestler Dave Bautista (già visto recentemente in Guardiani della Galassia) e soprattutto lo straordinario attore austriaco Christoph Waltz. Completano il cast le conferme di Naomie HarrisBen Whishaw nelle parti dei redivivi Miss Moneypenny e Q e la presenza di Ralph Fiennes, divenuto in Skyfall il nuovo M al posto dell’iconica Judi Dench.
Continua a leggere

Skyfall (2012)

Skyfall - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originaleSkyfall
Paese di Produzione: Regno Unito, USA
Anno di uscita: 2012
Durata: 143′
Regia: Sam Mendes
Sceneggiatura: John Logan, Neal Purvis, Robert Wade
Musiche: Thomas Newman
Interpreti: Daniel Craig, Naomie Harris, Javier Bardem, Judi Dench, Ralph Fiennes, Bérénice Marlohe, Albert Finney, Helen McCrory, Ben Whishaw, Rory Kinnear, Ola Rapace, Nicholas WoodsonSkyfall (2012) on IMDb

Skyfall - Nuovo Cinema Lebowski 2«Tu non sai niente di me.»
«So quando una donna ha paura e fa finta di non averne.»
«Fin dove conosci la paura?»
«Fino in fondo.»

Giunta al suo cinquantesimo anniversario e al suo ventitreesimo episodio, la saga di James Bond necessita di un cambiamento nella struttura e nella forma, senza per questo dimenticare il proprio passato. Indimenticabili, ma ormai irrimediabilmente lontani i tempi del Bond di Sean Connery e dei suoi nemici altolocati. Distante anche l’era di Roger Moore e del suo Agente 007 guascone e mai troppo serio. Ormai inapplicabile anche il modello puramente action dei capitoli interpretati da Pierce Brosnan. Dopo la rivoluzione nel personaggio portata da Daniel Craig nello splendido Casino Royale, non adeguatamente proseguita in Quantum Of Solace, per James Bond arriva così il tempo di una vera e propria rinascita, simboleggiata dalla finta morte del protagonista nella sequenza iniziale. In un mondo che procede a velocità folle e ormai privo di punti di riferimento, i nemici non possono più essere borghesi con ambiziosi progetti di dominazione del mondo, ma diventano piuttosto delle schegge impazzite uscite dal sistema e che agiscono mosse unicamente dalla voglia di vendetta, come il villain del film Raoul Silva, superbamente portato su schermo da un Javier Bardem che ricorda da vicino il Joker di Heath Ledger.

A dirigere un progetto così ambizioso e dalle forti pretese autoriali, viene chiamato Sam Mendes, già regista di pellicole apprezzate da critica e pubblico come American Beauty ed Era mio padre, che imprime all’opera un’estetica particolarmente dark e decadente, che riflette l’animo del protagonista: logoro, fragile e ormai sfiancato dalle mille battaglie. La vera Bond girl del film è l’immensa Judi Dench, che con questo film si congeda dalla saga dopo sette apparizioni consecutive, portando su schermo una M mai così protettiva e materna nei confronti dell’Agente 007, vittima di un duro processo al suo modo di lavorare e alla sua direzione dell’MI6. Completano il cast Ralph Fiennes nel ruolo di Gareth Mallory, colui che insiste per un pensionamento anticipato di M, e le due Bond girl Naomie Harris e Bérénice Marlohe, autrici di buone prove, ma strette fra le grandissime interpretazioni dei colleghi.
Continua a leggere