Oscar 2016 alla migliore sceneggiatura non originale

Nomination

Charles Randolph e Adam McKayLa grande scommessa
Nick HornbyBrooklyn
Phyllis NagyCarol
Drew GoddardSopravvissuto – The Martian
Emma DonoghueRoom

Oscar 2016 migliore sceneggiatura non originale

Vai allo speciale Oscar 2016Categoria spesso ingiustamente snobbata rispetto alla “gemella”, cioè quella relativa alla sceneggiatura originale, ma non meno importante. I romanzi e i racconti sono stati, sono e sempre saranno fonte di ispirazione fondamentale per il cinema, e la loro trasposizione nel linguaggio filmico è opera tutt’altro che semplice. A riprova di questo principio, l’unico dei candidati di quest’anno ad avere già ricevuto una nomination per la categoria della migliore sceneggiatura non originale è Nick Hornby, autore di romanzi apprezzati come Alta fedeltàUn ragazzoNon buttiamoci giù. Per lo scrittore britannico è arrivata la seconda candidatura (dopo quella ottenuta nel 2010 per An Education) grazie al lavoro svolto per Brooklyn, film come già detto in altre occasioni abbastanza fiacco, mediocre e ampiamente sopravvalutato dai giurati dell’Academy. Da escludere un ulteriore ingiustizia con un’immeritata statuetta.

Un film che ha riscosso un largo consenso è invece The Martianbasato sull’omonimo romanzo di Andy Weir. La sceneggiatura di Drew Goddard (regista dell’acclamato Quella casa nel bosco) è solida e funzionale in ogni frangente del film, dalle scene ambientate a quelle all’interno dell’astronave Ares 3, passando per quelle incentrate sul coordinamento dalla Terra. Anche grazie a quest’ottimo lavoro, la pellicola di Ridley Scott è stata una delle più gradite sorprese di questa stagione cinematografica, nonché un riuscito mix di fantascienza e humour e azione e introspezione. L’Oscar probabilmente andrà in altri lidi, senza però intaccare il buon lavoro fatto su questo film.

Ottimo lavoro anche per Emma Donoghue, che per Room ha adattato in prima persona il suo stesso omonimo romanzo. Anche grazie al suo lavoro, il film si rivela decisamente buono e dal grande impatto emotivo. In particolare, la prima parte della pellicola descrive con grande sensibilità il rapporto anomalo fra una madre e il figlio, isolati in una piccola stanza e costretti a contare solo sulla presenza dell’altro. Room riceverà con ogni probabilità una statuetta decisamente importante come l’Oscar alla migliore attrice protagonista, che si porterà a casa Brie Larson; verosimilmente, in questa categoria cederà quindi il passo ad altri.

Il mio personale favorito per questa categoria e per altre è lo splendido film di Todd Haynes Carol, che però quasi sicuramente tornerà a mani vuote dalla notte degli Oscar. Phyllis Nagy ha effettuato un ottimo adattamento dell’omonimo romanzo di Patricia Highsmith, descrivendo con grande tatto e poesia la storia d’amore fra le due protagoniste (le grandissime Cate Blanchett e Rooney Mara) e tirando fuori gli artigli quando necessario, in particolare su temi come la discriminazione e l’ipocrisia della società. Purtroppo, neanche questo riconoscimento verrà attribuito a Carol, confermandola come la pellicola più snobbata da questa Awards Season.

L’Oscar alla migliore sceneggiatura non originale andrà all’ottimo La grande scommessa di Adam McKay, che insieme a Charles Randolph ha adattato in maniera eccellente il romanzo The Big Short: Inside the Doomsday Machine di Michael Lewis. Anche se la mia preferenza sarebbe un’altra, non posso non lodare il lavoro fatto in fase di sceneggiatura su questa pellicola, che per più di 2 ore riesce a non annoiare e a fare anche sorridere a denti stretti su un tema particolarmente tecnico e drammatico come la recente crisi finanziaria del 2007-2008. Il film di Adam McKay rischia di rimanere all’asciutto in categorie più importanti, e ha già ricevuto il premio per la categoria ai BAFTA, quindi è davvero difficile supporre che l’Oscar vada ad altri.

Chi dovrebbe vincere per Nuovo Cinema Lebowski: Phyllis Nagy – Carol
Chi vincerà: Charles Randolph e Adam McKay  La grande scommessa
Chi ha vinto l’Oscar 2016 alla migliore sceneggiatura non originaleCharles Randolph e Adam McKay  La grande scommessa

La grande scommessa Oscar 2016 migliore sceneggiatura non originale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.