Lost 1×01-1×02 – Pilot (2004)

LostTitolo originalePilot: Part 1 – Pilot: Part 2
Paese di Produzione: USA
Anno di uscita2004
Durata: 42′ + 40′
Regia: J.J. Abrams
Sceneggiatura: J.J. AbramsDamon LindelofJeffrey Lieber
Musiche: Michael Giacchino
Interpreti: Matthew FoxEvangeline LillyJosh HollowayTerry O’QuinnNaveen AndrewsJorge GarciaEmilie de RavinMaggie GraceDominic MonaghanIan SomerhalderHarold PerrineauDaniel Dae KimYunjin KimMalcolm David KelleyPilot: Part 1 (2004) on IMDb

Lost
“Due giocatori. Due lati. Uno è la luce, l’altro l’oscurità. Walt, vuoi sapere un segreto?”

Un occhio che si apre. La flora di un’isola misteriosa e minacciosa che si rivela allo sguardo del protagonista Jack. Un labrador tenero e curioso che osserva, si avvicina e poi fugge via. Le immagini di dolore, devastazione e morte in seguito a un catastrofico schianto aereo. È questo il folgorante incipit di Lost, uno degli show più seguiti e amati degli ultimi decenni, apripista di una vera e propria ondata di serie televisive americane di qualità, che hanno invaso i nostri schermi diventando parte integrante della cultura audiovisiva mondiale. Uno show che ha saputo intrattenere e ammaliare per 6 anni, attraverso una fitta rete di misteri e personaggi ambigui e affascinanti, che hanno portato gli spettatori di tutto il mondo a compiere una vera e propria caccia agli indizi per le risposte ad alcune delle tantissime domande disseminate nelle varie puntate. Difficile, se non impossibile, spiegare a chi non l’ha vissuta cos’è stata veramente l’esperienza di Lost: l’attesa di settimana in settimana di una nuova puntata da vedere il prima possibile per evitare anticipazioni, le opinioni e le teorie più assurde scambiate con gli amici, in facoltà, al bar o sui forum, l’innamoramento e il parteggiamento per i propri personaggi preferiti, lo shock e la sorpresa per i colpi di scena più riusciti o per i finali di stagione più sorprendenti. Proveremo però a vivere e rivivere da cima a fondo questa seminale serie televisiva, cercando di accompagnare coloro i quali la stanno vedendo per la prima volta e al tempo stesso solleticando i ricordi di chi ne conosce già ogni risvolto.

Sono presenti spoiler relativi solo ed esclusivamente alla puntata presa in esame. Coloro i quali hanno visto questo episodio, ma non quelli successivi, possono comunque procedere tranquillamente con la lettura.

Lost
“La paura è una cosa strana. Il primo intervento che eseguii da solo fu alla spina dorsale di una ragazza, una sedicenne. Alla fine, dopo 13 ore, la stavo richiudendo, e le lacerai accidentalmente il sacco durale, che riveste il midollo spinale, ed è pieno di terminazioni nervose. È una membrana sottilissima, e niente da fare, si ruppe. I nervi cominciarono a saltare fuori come se fossero capelli d’angelo, e il fluido spinale si rivelò all’esterno. Il terrore fu improvviso, intenso, così concreto… e sapevo di doverlo affrontare. Così presi una decisione. Mi lasciai prendere dalla paura, mi abbandonai al suo effetto, ma solo per cinque secondi. Non le avrei lasciato un attimo di più. Così iniziai a contare: uno, due, tre, quattro, cinque. E poi sparì. Tornai al lavoro, la ricucii e tutto finì bene.”

I primi minuti di Lost, immediatamente successivi al terribile e misterioso schianto del volo 815, ci mostrano come la guida del gruppo venga assunta fin da subito da Jack Shephard (Matthew Fox), che in una circostanza come questa risulta fondamentale in quanto medico. Jack è un personaggio complesso, tormentato e afflitto da grossi problemi personali e familiari, che saranno ampiamente sviscerati nel corso della serie. La prima persona a legare con lui è Kate Austen (Evangeline Lilly), che come tanti altri personaggi naufragati sull’isola è in fuga da un passato particolarmente difficile e travagliato. A questi personaggi sono dedicati alcuni dei primi (brevi) flashback della serie, che ci mostrano gli ultimi attimi prima dello schianto, con la ragazza tenuta prigioniera per un motivo imprecisato da un uomo di legge che proprio Jack sta cercando di salvare dalla morte per le gravi ferite riportate. Il flashback sarà l’espediente narrativo con cui gli sceneggiatori ci faranno conoscere meglio i personaggi della serie, introducendoci anche ai misteri che li circondano. Jack e Kate sono due delle persone coinvolte, insieme al tossico Charlie (Dominic Monaghan), nella prima importante missione dei dispersi, cioè quella di trovare una trasmittente all’interno dell’abitacolo dell’aereo, in modo da cercare di mettersi in contatto con potenziali soccorritori. Una volta giunti sul posto, i tre fanno la conoscenze di uno dei più grandi misteri dell’isola: un mostro dalle fattezze ancora non definite e dalla forza incommensurabile dilania davanti ai loro occhi il pilota dell’aereo, poco dopo che quest’ultimo aveva svelato ai naufraghi che al momento dello schianto l’aereo si trovava circa mille miglia fuori rotta. Jack, Kate e Charlie riescono a salvarsi, ma apprendono due tristi verità: gli eventuali soccorritori stanno cercando i sopravvissuti al disastro ben lontano da dove si trovano realmente, cioè su un’isola abitata da entità sinistre ed estremamente pericolose.

I primi due episodi di Lost servono per introdurre anche tanti altri personaggi, che avremo modo di conoscere meglio nelle puntate successive. Fra gli altri, abbiamo modo di fare la conoscenza di Sayid Jarrah (Naveen Andrews) un iracheno esperto di comunicazioni che entra immediatamente in contrasto con Sawyer (Josh Holloway), un uomo irrequieto e spavaldo che sulla base della sua nazionalità lo accusa di essere un terrorista coinvolto in qualche modo con l’incidente, portando i due a uno scontro verbale e fisico. Ci sono poi Boone (Ian Somerhalder) e Shannon (Maggie Grace), rispettivamente fratello iperprotettivo e sorella estremamente infantile e viziata in perenne contrasto fra loro, la coppia formata dai due coreani Jin (Daniel Dae Kim) e Sun (Yunjin Kim), incapaci di comunicare con gli altri per problemi di lingua, il tenero e simpatico Hurley (Jorge Garcia), ragazzo obeso che lega immediatamente con tutti, la dolce Claire (Emilie de Ravin), che si trova sull’isola in avanzato stato di gravidanza, oltre a Michael (Harold Perrineau Jr.) e Walt (Malcolm David Kelley), padre e giovane figlio di colore naufragati insieme al loro cane. A emergere prepotentemente fin dal primo episodio, nonostante i pochissimi minuti a propria disposizione, è però certamente John Locke (Terry O’Quinn), un uomo enigmatico e dall’aura mistica che attrae immediatamente l’attenzione dello spettatore e diventerà uno dei pilastri dello show. Alcuni di questi personaggi, sotto la guida di Sayid, si recano in uno spazio aperto per cercare di mandare un segnale attraverso una trasmittente trovata da quest’ultimo, non prima di incontrare (e uccidere) un orso polare, animale decisamente fuori habitat in un’isola tropicale e nuovo mistero dell’isola. Giunti in un posto adatto alle comunicazioni, l’improvvisata spedizione riesce ad ascoltare una richiesta di soccorso mandata da una donna francese, che viene iterata continuamente nel tempo. Attraverso un rapido calcolo del numero di ripetizioni e della durata del messaggio, i naufraghi scoprono che questo messaggio di aiuto viene trasmesso ininterrottamente da circa 16 anni. È quindi Charlie a chiudere questi due primi straordinari episodi di Lost con una domanda che tormenterà a lungo i sopravvissuti e anche noi spettatori: Ragazzi, dove siamo?

Curiosità

La scena in cui Kate sutura la ferita di Jack è stata quella usata dalla produzione per selezionare gli interpreti dei due personaggi.

Nelle intenzioni originali della produzione, il personaggio di Jack avrebbe dovuto trovare la morte nel corso della prima puntata, facendo emergere Kate come guida del gruppo. Michael Keaton era stato scelto per interpretare il personaggio.

In un dialogo, Sawyer cita il celebre videogioco Monkey Island.

Il posto occupato da Jack sul volo 815 era il 23. Nelle puntate successive scopriremo l’importanza di questi numeri all’interno della serie.

La scena in cui John Locke mastica un’arancia è una chiara citazione a un’analoga sequenza interpretata da Marlon Brando ne Il padrino.

2 pensieri su “Lost 1×01-1×02 – Pilot (2004)

  1. Pingback: Lost 1x03 - Tabula Rasa (2004) | Nuovo Cinema Lebowski

  2. Pingback: Miss Cast Away (2004) | Nuovo Cinema Lebowski

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.