Fino a qui tutto bene (2014)

FQTB_35x50

Titolo originaleFino a qui tutto bene
Paese di ProduzioneItalia
Anno di uscita2014
Durata80′
RegiaRoan Johnson
SceneggiaturaRoan Johnson, Ottavia Madeddu
MusicheGatti Mézzi, Zen Circus
Interpreti: Alessio Vassallo, Silvia D’Amico, Paolo CioniGuglielmo Favilla, Melissa Anna Bartolini, Isabella RagoneseMarco Teti
Fino a qui tutto bene (2014) on IMDb

 

 

Fino a qui tutto bene 2“Cosa si fa? Ci si arrende?”

In un panorama spesso avvilente e desolante come quello della commedia italiana moderna, Fino a qui tutto bene rappresenta una boccata d’aria fresca e un chiaro segnale a tutta l’industria cinematografica nostrana: i nuovi talenti e le idee ci sono, ma bisogna avere il coraggio di crederci e investire su di loro.
Visto che la possibilità di investire sui giovani in questo paese al momento è solo un’utopia, il regista Roan Johnson, al suo secondo lungometraggio dopo I primi della lista, ha avuto un’idea tanto semplice quanto coraggiosa e per certi versi incosciente: il cast e la troupe del film non sono stati pagati, ma hanno ricevuto una quota degli incassi; se il film andrà bene ognuno di loro riceverà una somma proporzionale al successo al botteghino, altrimenti avranno lavorato gratis o quasi.

Un incredulo Roan Johnson (come riportato nei titoli di testa) ha potuto così realizzare un’opera che ha nella leggerezza e nella mancanza di certezze due delle sue tematiche principali, un racconto semplice ma a tratti poetico sugli ultimi giorni insieme di cinque universitari, che dopo avere vissuto gli anni felici e spensierati da studenti fuori sede si affacciano con grandi incertezze in un mondo del lavoro devastato dalla crisi economica e dai difetti strutturali di questo paese.
Continua a leggere