Venezia 72 – Giorno 8

Questa giornata particolarmente ricca di eventi della Mostra del Cinema è cominciata con la visione in replica di Sangue del mio sangue di Marco Bellocchio, che non è riuscito a risollevare la non particolarmente brillante performance dei film italiani in concorso quest’anno, ma comunque meritevole di lode per il coraggio nel proporre temi ostici e ambientazioni inconsuete per il cinema italiano recente.

Successivamente ho assistito alla proiezione de L’esercito più piccolo del mondo di Gianfranco Pannone, documentario molto particolare sulla Guardia svizzera pontificia, prodotto anche grazie al Centro Televisivo Vaticano, che ha permesso al regista di accedere ad aree altrimenti inaccessibili e di osservare da vicino una decina di giovani reclute durante il loro percorso di formazione. Film meritevole di una visione anche per i non credenti. Presenti in sala lo stesso Gianfranco Pannone e alcuni membri del cast.

L'esercito più piccolo del mondo - Venezia 72 Continua a leggere

Carlito’s Way (1993)

Carlito's way - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originale: Carlito’s Way
Paese di Produzione: USA
Anno di uscita: 1993
Durata: 144′
Regia: Brian De Palma
Sceneggiatura: David Koepp
Musiche: Patrick Doyle
Interpreti: Al Pacino, Sean Penn, Penelope Ann Miller, John Leguizamo, Luis Guzmán, Viggo Mortensen, Ingrid Rogers, Adrian Pasdar, Joseph Siravo, James Rebhorn, Frank Minucci, Richard Foronjy
Carlito's Way (1993) on IMDb

 

 

Carlito's Way - Nuovo Cinema Lebowski 2“Qualcuno mi sta tirando verso il basso, lo sento anche se non lo vedo. Però non ho paura, ci sono già passato. È uguale a quando mi hanno sparato sulla 104esima Strada. Non mi portate in ospedale, in quelle cazzo di corsie d’emergenza non c’è protezione, qualche bastardo ti viene a far fuori a mezzanotte quando di guarda c’è solo un infermiere cinese rincoglionito.
Oh, guarda come si preoccupano questi qua… Perché? Per un portoricano come me è già tanto essere campato fino a questa età. La maggior parte dei miei compagni c’ha rimesso la pelle da anni.
State tranquilli, ho un cuore che non molla mai. Non sono ancora pronto a fare fagotto.”

Carlito’s Way è una straordinaria pellicola di Brian De Palma, interpretata da una coppia d’eccezione formata da un irriconoscibile Sean Penn e soprattutto da un magistrale Al Pacino, che riprende il personaggio di un gangster dopo dieci anni dalla sua precedente collaborazione con De Palma in Scarface, di cui questo film è per certi versi una continuazione ideologica.
Il film è basato sui due romanzi del giudice Edwin Torres Carlito’s Way e After Hours; come titolo della pellicola venne scelto quello del primo libro per evitare confusione con After Hours di Martin Scorsese.
Nel proseguimento della recensione, soprattutto nel finale, si riveleranno parti importanti e significative della trama. Si sconsiglia pertanto la lettura a chi non ha ancora visto il film.
Continua a leggere