Sapore di mare (1983)

Sapore di mare - Nuovo CInema LebowskiTitolo originaleSapore di mare
Paese di Produzione: Italia
Anno di uscita: 1983
Durata: 94′
Regia: Carlo Vanzina
Sceneggiatura: Carlo Vanzina, Enrico Vanzina
Musiche: Edoardo Vianello, Mariano Perrella
Interpreti: Jerry Calà, Christian De Sica, Virna Lisi, Marina Suma, Isabella Ferrari, Karina Huff, Angelo Cannavacciuolo, Gianni Ansaldi, Guido Nicheli, Giorgia Fiorio, Gianfranco Barra, Annabella Schiavone, Ugo Bologna, Giorgio Vignali
Time for Loving (1983) on IMDb

Sapore di mare - Nuovo Cinema Lebowski 2
«Mamma, ma com’era l’epoca tua?»
«Mah, che ne so? Era diversa.»
«Diversa come?»
«Mah! Non so. Era diversa. Ci batteva il cuore. Eh, sì. Mi sembra di ricordare che ci batteva il cuore.»

Nella tanto vituperata carriera dei Vanzina, Sapore di mare è il film che più di ogni altro merita di essere salvato e riabilitato, essendo il capostipite dei filoni di commedie balneari e/o vacanziere, che negli anni sono poi stati sfruttati fino allo sfinimento. Anche se il film è uscito nel 1983, è ambientato a metà degli anni ’60 e imbottito di canzoni dei mattatori dell’epoca: Rita Pavone, Edoardo Vianello (che fa anche un cameo nel corso della pellicola), Gianni Morandi, Caterina Caselli, Gino Paoli, Adriano Celentano e tanti altri; questi pezzi garantiscono una forte componente nostalgica a tutta la pellicola e sono stati usati talmente bene da causare una vera e propria riscoperta della musica di quegli anni, che dopo l’uscita del film tornò a essere passata frequentemente in radio e a essere venduta nelle più disparate compilation. Il cast è una miscela riuscita di attori giovani in voga all’epoca (come Jerry Calà e Christian De Sica), altri debuttanti o quasi (Isabella Ferrari, Marina Suma, Karina Huff) e altri più maturi come Gianfranco Barra, Ugo Bologna, Guido Nicheli e soprattutto un’incantevole Virna Lisi, che con la sua classe senza tempo domina la scena a ogni sua apparizione.
Nel proseguimento della recensione, soprattutto nel finale, si riveleranno parti importanti e significative della trama. Si sconsiglia pertanto la lettura a chi non ha ancora visto il film.
Continua a leggere