You Only Live Twice – Agente 007 – Si vive solo due volte (1967)

You only live twice

Titolo originaleYou Only Live Twice
Paese di Produzione: Regno UnitoUSA
Anno di uscita1967
Durata: 117′
Regia: Lewis Gilbert
SceneggiaturaRoald Dahl
MusicheJohn Barry
InterpretiSean ConneryDonald PleasenceMie HamaKarin DorAkiko Wakabayashi, Bernard Lee, Lois MaxwellDesmond Llewelyn
You Only Live Twice (1967) on IMDb

 

 

Si vive solo due volte 4“Cosa non farei per l’Inghilterra!”

You Only Live Twice è il primo vistoso passo falso della saga, figlio di una sceneggiatura completamente stravolta rispetto all’omonimo romanzo e soprattutto fiaccato dalla peggiore interpretazione di Sean Connery, visibilmente svogliato e desideroso di abbandonare i panni dell’agente 007.
L’attore scozzese verrà rimpiazzato da George Lazenby nel successivo capitolo della serie, Agente 007 – Al servizio segreto di Sua Maestà.
Uno dei punti forti di You Only Live Twice è certamente rappresentato dall’interpretazione da parte di Donald Pleasence del villain Ernst Stavro Blofeld, fino a quel momento senza volto. Altri attori si avvicenderanno nei panni di Blofeld, ma quella di Pleasence verrà sempre considerata come la rappresentazione più riuscita e iconica.
Completano il cast le tutt’altro che indimenticabili Bond-girl Karin DorAkiko WakabayashiMie Hama.
Prima e unica regia all’interno della serie da parte di Lewis Gilbert.
Continua a leggere

L’Uomo Puma (1980)

L'uomo puma di Alberto De Martino

Titolo originaleL’Uomo Puma
Paese di Produzione: Italia
Anno di uscita1980
Durata96′
RegiaAlberto De Martino
Sceneggiatura: Luigi Angelo, Massimo De Rita
MusicheRenato Serio
InterpretiWalter George Alton, Miguel Angel Fuentes, Donald Pleasence, Sydne Rome, Silvano Tranquilli
The Pumaman (1980) on IMDb

 

 

Italia, 1979.

Alberto De Martino, regista di film di genere con una buona carriera alle spalle, ripone sulla scrivania il libro che stava leggendo, Gli extraterrestri hanno inventato l’uomo? di Erich von Däniken. Non è il primo libro di questo scrittore che legge.
«Questa è proprio roba forte. Un giorno magari ci farò un film.», pensa.
Ma ora è tempo di andare. I cinema di tutt’Italia sono invasi dal nuovo film di Richard Donner, Superman. In Italia non si parla d’altro, tutti a sognare il costume con la S davanti e a imitare il gesto del volo di Christhopher Reeve.
De Martino per motivi di cultura professionale vuole vedere il film, ma gli americani fondamentalmente gli stanno proprio sui coglioni.
Continua a leggere