Amici miei – Atto IIº (1982)

Amici miei Atto II - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originale: Amici miei – Atto II°
Paese di Produzione: Italia
Anno di uscita: 1982
Durata: 121′
Regia: Mario Monicelli
Sceneggiatura: Mario Monicelli, Tullio Pinelli, Leonardo Benvenuti,  Piero De Bernardi
Musiche: Carlo Rustichelli
Interpreti: Ugo Tognazzi, Gastone Moschin, Adolfo Celi, Renzo Montagnani, Philippe Noiret, Paolo Stoppa, Milena Vukotic, Franca Tamantini, Tommaso Bianco, Yole Marinelli, Renato Cecchetto, Angela Goodwin, Alessandro Haber
All My Friends Part 2 (1982) on IMDb

 

Amici miei Atto II - Nuovo Cinema Lebowski 2
“O brutta imbecille! E Dio, per far restar vergine una come te affoga tutta Firenze?!”

Amici miei – Atto IIº è una naturale prosecuzione del primo capitolo della serie, che non raggiunge come qualità complessiva ma davanti al quale non sfigura.
La regia è ancora di Mario Monicelli, la cui impronta è ben visibile nell’umorismo ancora più estremo e dissacrante, mentre Renzo Montagnani sostituisce Duilio Del Prete nella parte del Necchi.
Nonostante la dipartita del suo personaggio in Amici Miei, Philippe Noiret torna a interpretare il Perozzi in una serie di flashback; insieme a lui vengono confermati diversi membri del cast del primo film, affiancati da alcuni nuovi ingressi fra cui meritano una citazione Paolo Stoppa, Alessandro Haber e Renato Cecchetto, in ruoli piccoli ma fondamentali per la riuscita del film.

Nel proseguimento della recensione, in particolare nel finale, si riveleranno parti importanti e significative della trama. Si sconsiglia pertanto la lettura a chi non ha ancora visto il film.
Continua a leggere

Amici miei (1975)

amici miei

Titolo originaleAmici miei
Paese di ProduzioneItalia
Anno di uscita1975
Durata140′
RegiaMario Monicelli
SceneggiaturaPietro Germi, Piero De Bernardi, Leonardo Benvenuti, Tullio Pinelli
MusicheCarlo Rustichelli
InterpretiUgo Tognazzi, Gastone Moschin, Adolfo Celi, Philippe Noiret, Duilio Del Prete
My Friends (1975) on IMDb

 

 

 

Amici Miei
“Io restai a chiedermi se l’imbecille ero io, che la vita la pigliavo tutta come un gioco, o se invece era lui che la pigliava come una condanna ai lavori forzati, o se lo eravamo tutti e due.”

In un’epoca in cui il prestigio del cinema italiano era tenuto in alto da grandi uomini e in cui il rispetto era ancora uno dei valori su cui basare le proprie decisioni umane e artistiche, Mario Monicelli girò questa commedia malinconica, preoccupandosi di aprire la pellicola specificando che il film apparteneva al suo grande amico e mentore Pietro Germi, scomparso pochi giorni prima dell’inizio delle riprese.
Amici miei è un inno alla libertà, alla leggerezza e all’amicizia, interpretato da cinque colonne portanti del cinema italiano e internazionale come Ugo Tognazzi, Philippe Noiret, Gastone Moschin, Duilio Del Prete e Adolfo Celi.
Continua a leggere