Octopussy – Operazione piovra (1983)

Octopussy - Nuovo Cinema Lebowski 6Titolo originale: Octopussy
Paese di Produzione: Regno Unito, USA
Anno di uscita: 1983
Durata: 131′
Regia: John Glen
Sceneggiatura: Richard Maibaum, Michael G. Wilson, George MacDonald Fraser
Musiche: John Barry, John Philip Sousa
Interpreti: Roger Moore, Maud Adams, Louis Jourdan, Kristina Wayborn, Steven Berkoff, Kabir Bedi, Desmond Llewelyn, Lois Maxwell, Robert Brown, Ken Norris, Eva Rueber-Staier, Vijay Amritraj
Octopussy (1983) on IMDb

 

Octopussy - Nuovo Cinema Lebowski 2“007 su un’isola popolata esclusivamente da donne! Non lo vedremo fino all’alba!”

Il 1983 è l’anno dei due film di James Bond nell’arco di quattro mesi, Octopussy per quanto riguarda la saga ufficiale e l’apocrifo Never say never again, remake di Thunderball, scaturito da una disputa legale vinta da Kevin McClory, coautore dell’omonimo romanzo, che aveva già ottenuto la revoca per l’utilizzo del personaggio di Blofeld e dell’agenzia SPECTRE.
Il film “nemico” vede il clamoroso ritorno, nonostante la celebre frase “Mai più!” su cui gioca il titolo, del primo e più iconico volto dell’Agente 007, ovvero Sean Connery, che obbliga così la EON Productions a rivedere i propri piani, che prevedevano una sostituzione dell’attore principale, e a richiamare in servizio l’unico attore in grado di reggere il confronto con il celeberrimo predecessore, ovvero Roger Moore, che riprende il ruolo di James Bond alla soglia dei 56 anni.
La produzione gioca tutte le carte possibili per vincere la battaglia degli incassi con Never say never again, realizzando un film pieno di azione e di bellissime donne, che presenta diverse esagerazioni e cadute di stile, debitore verso I predatori dell’arca perduta (uscito 2 anni prima), ma tuttavia godibile e apprezzabile.
Continua a leggere

The Spy Who Loved Me – La spia che mi amava (1977)

The Spy Who Loved Me - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originale: The Spy Who Loved Me
Paese di Produzione: Gran Bretagna, USA
Anno di uscita: 1977
Durata: 125′
Regia: Lewis Gilbert
Sceneggiatura: Richard Maibaum, Christopher Wood
Musiche: Marvin Hamlisch
Interpreti: Roger Moore, Barbara Bach, Richard Kiel, Curd Jürgens, Olga Bisera, Bernard Lee, Desmond Llewelyn, Lois Maxwell, Milton Reid, Eva Rueber-Staier, Geoffrey Keen, Caroline Munro
The Spy Who Loved Me (1977) on IMDb

 

The Spy Who Loved Me - Nuovo Cinema Lebowski 2 «Bond, che sta facendo?»
«Cerco di tenere su la bandiera inglese!»

The Spy Who Loved Me è il decimo film della serie ufficiale di James Bond, che vede il ritorno alla regia di Lewis Gilbert dopo You Only Live Twice e la conferma di Roger Moore, alla terza interpretazione nei panni dell’agente 007. I due villain del film sono Curd Jürgens nella parte di Karl Stromberg e Richard Kiel nei panni del celebre Squalo, che comparirà anche nel successivo Moonraker, mentre come Bond girl vengono reclutate Caroline Munro, Olga Bisera e soprattutto la meravigliosa Barbara Bach, fra le donne più belle di tutta la saga, che compensa con la sua straordinaria presenza scenica la sua scarsa espressività.

The Spy Who Loved Me prosegue nella caratterizzazione da parte di Roger Moore di un James Bond sornione e ammiccante, a tratti quasi caricaturale, che funziona a dovere pur facendo storcere il naso ai puristi della serie letteraria e ai nostalgici di Sean Connery, decretando un successo sotto tutti i punti di vista, che riscatta il flop commerciale di The Man with the Golden Gun e si pone come una delle migliori pellicole dell’era di Moore conquistando anche tre nomination all’Oscar per migliore scenografia, migliore colonna sonora e migliore canzone originale.
Continua a leggere

You Only Live Twice – Agente 007 – Si vive solo due volte (1967)

You only live twice

Titolo originaleYou Only Live Twice
Paese di Produzione: Regno UnitoUSA
Anno di uscita1967
Durata: 117′
Regia: Lewis Gilbert
SceneggiaturaRoald Dahl
MusicheJohn Barry
InterpretiSean ConneryDonald PleasenceMie HamaKarin DorAkiko Wakabayashi, Bernard Lee, Lois MaxwellDesmond Llewelyn
You Only Live Twice (1967) on IMDb

 

 

Si vive solo due volte 4“Cosa non farei per l’Inghilterra!”

You Only Live Twice è il primo vistoso passo falso della saga, figlio di una sceneggiatura completamente stravolta rispetto all’omonimo romanzo e soprattutto fiaccato dalla peggiore interpretazione di Sean Connery, visibilmente svogliato e desideroso di abbandonare i panni dell’agente 007.
L’attore scozzese verrà rimpiazzato da George Lazenby nel successivo capitolo della serie, Agente 007 – Al servizio segreto di Sua Maestà.
Uno dei punti forti di You Only Live Twice è certamente rappresentato dall’interpretazione da parte di Donald Pleasence del villain Ernst Stavro Blofeld, fino a quel momento senza volto. Altri attori si avvicenderanno nei panni di Blofeld, ma quella di Pleasence verrà sempre considerata come la rappresentazione più riuscita e iconica.
Completano il cast le tutt’altro che indimenticabili Bond-girl Karin DorAkiko WakabayashiMie Hama.
Prima e unica regia all’interno della serie da parte di Lewis Gilbert.
Continua a leggere

Dr. Strangelove – Il dottor Stranamore (1964)

dottor stranamore

Titolo originaleDr. Strangelove or: How I Learned to Stop Worrying and Love the Bomb
Paese di ProduzioneGran Bretagna, USA
Anno di uscita1964
Durata: 93′
RegiaStanley Kubrick
SceneggiaturaStanley Kubrick, Peter George, Terry Southern
MusicheLaurie Johnson
InterpretiPeter Sellers, George C. Scott, Sterling Hayden, Keenan Wynn, Slim Pickens, James Earl Johnson
Dr. Strangelove or: How I Learned to Stop Worrying and Love the Bomb (1964) on IMDb

Il dottor Stranamore – Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba è una commedia nera sulle possibili cause e conseguenze di un olocausto nucleare, ambientata durante la guerra fredda.

Rappresenta l’unica escursione in carriera di Stanley Kubrick nella commedia e curiosamente ha una trama molto simile a Fail-Safe, uscito nello stesso anno ma dai toni molto più drammatici e angoscianti.
Il film è impreziosito dalle meravigliose interpretazioni di George C. Scott e soprattutto di Peter Sellers, che recita addirittura in tre ruoli diversi.
È considerato unanimemente come una delle migliori commedie di sempre, nonché una delle più riuscite satire sulla corsa agli armamenti nella guerra fredda e sul destino dell’umanità.
Continua a leggere

Red Dawn – Alba Rossa (1984)

Alba RossaTitolo originale: Red Dawn
Paese di Produzione: USA
Anno di uscita: 1984
Durata: 114′
Regia: John Milius
Sceneggiatura: John Milius, Kevin Reynolds
Musiche: Basil Poledouris
Interpreti: Patrick Swayze, Charlie Sheen, C. Thomas Howell, Jennifer Grey, Lea Thompson
Red Dawn (1984) on IMDb

 

 

 

“L’imperialismo è finito! Il colonialismo è finito! Collaborate con noi!”

In un clima disteso come questo, in cui il vigoroso Putin ha ripreso a far volare bombardieri strategici nucleari al largo della California e dell’Alaska, aggiungendo quel tocco vintage tanto di moda in questi giorni, è impossibile ignorare uno dei più significativi film di propaganda americana di tutti i tempi, o almeno degli anni ‘80.

Benvenuti quindi nella provincia americana, nello sperduto paesino di Calumet in Colorado, casa dei Wolverines, team locale di football capitanato da Jed (Patrick Swayze) e dal suo fratello d’eccezione Matt(uno sbarbatissimo Charlie Sheen), cresciuti a fucilate nei boschi e piombi di sangue caldo di cervo, praticamente i tipici teenager a stelle e strisce prima dell’oscurantismo vegano.
Continua a leggere

Fail-Safe – A prova di errore (1964)

fail-safe

Titolo originale: Fail-Safe
Paese di Produzione: USA
Anno di uscita: 1964
Durata: 112′
RegiaSidney Lumet
Sceneggiatura: Walter Bernstein
Interpreti: Henry Fonda, Walter Matthau, Dan O’Herlihy, Larry Hagman, Frank Overton, Edward Binns
Fail Safe (1964) on IMDb

 

 

 

 

In piena guerra fredda vengono curiosamente sfornati nella stessa annata, il 1964, due capolavori immortali che trattano da punti di vista diametralmente opposti un evento molto simile, ovvero un errore tecnico che dà il via al conflitto fra le due superpotenze del periodo, USA e URSS.

La pellicola più celebre, che tratta l’argomento puntando l’obiettivo sui difetti del genere umano e facendo uso di sarcasmo e satira è Dr. Strangelove or: How I Learned to Stop Worrying and Love the Bomb di Stanley Kubrick.
La pellicola che è stata parzialmente oscurata dalla concorrente, ma non per questo risulta meno valida, è invece Fail-Safe, diretta da un altro gigante della cinematografia mondiale di nome Sidney Lumet, che pone inquietanti interrogativi sui rischi portati dall’eccesso nell’utilizzo della tecnologia, utilizzando toni molto più seri e angoscianti.
Continua a leggere