Un borghese piccolo piccolo (1977)

Un borghese piccolo piccolo - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originale: Un borghese piccolo piccolo
Paese di Produzione: Italia
Anno di uscita: 1977
Durata: 122′
Regia: Mario Monicelli
Sceneggiatura: Mario Monicelli, Sergio Amidei
Musiche: Giancarlo Chiaramello
Interpreti: Alberto Sordi, Vincenzo Crocitti, Shelley Winters, Renzo Carboni, Romolo Valli, Paolo Paoloni, Renato Malavasi, Renato Scarpa, Enrico Beruschi, Francesco D’Adda
An Average Little Man (1977) on IMDb

 

Un borghese piccolo piccolo - Nuovo Cinema Lebowski 5“Tu ormai sei sistemato, noi siamo vecchi: non c’abbiamo altre ambizioni. Tutto quello che vogliamo è morire in pace, con la coscienza a posto.”

Un borghese piccolo piccolo è uno dei capolavori del cinema italiano di ogni epoca e della filmografia di Mario Monicelli, che con questo film torna nel campo a lui congeniale della commedia all’italiana, superandola e chiudendone idealmente il cerchio, anche se lui stesso vi farà ritorno quattro anni più tardi con Amici miei atto IIº, che è considerata l’ultima pellicola di questo filone del cinema italiano.
Sul resto del cast domina la performance memorabile di Alberto Sordi, probabilmente alla migliore interpretazione della sua carriera e sicuramente nella più completa, che attraversa una gamma sconfinata di sfumature e registri, dall’affettuoso padre di famiglia all’uomo accecato dalla rabbia, accompagnando le sue proverbiali qualità comiche con un’eccezionale intensità drammatica.
Il film è basato sull’omonimo romanzo di Vincenzo Cerami, ha ricevuto premi e apprezzamenti in Italia e nel mondo ed è stato inserito nella prestigiosa lista dei 100 film italiani da salvare.

Nel proseguimento della recensione si riveleranno parti importanti e significative della trama. Si sconsiglia pertanto la lettura a chi non ha ancora visto il film.
Continua a leggere

The Disappearance of Eleanor Rigby – La scomparsa di Eleanor Rigby (2013)

La scomparsa di Eleanor RigbyTitolo originaleThe Disappearance of Eleanor Rigby
Paese di Produzione: USA
Anno di uscita: 2013
Durata: 190′
Regia: Ned Benson
Sceneggiatura: Ned Benson
Musiche: Son Lux
Interpreti: Jessica Chastain, James McAvoy, Viola Davis, William Hurt, Bill Hader, Isabelle Huppert, Ciarán Hinds, Jess Weixler, Archie Panjabi
The Disappearance of Eleanor Rigby: Him (2013) on IMDb

 

 

 

La scomparsa di Eleanor Rigby“C’è solo un cuore in questo corpo. Abbi pietà di me.”

The Disappearance of Eleanor Rigby è un film del 2013 scritto e diretto da Ned Benson, uscito inizialmente in due parti distinte ma strettamente correlate fra loro, The Disappearance of Eleanor Rigby: HimThe Disappearance of Eleanor Rigby: Her, che narrano la storia dai rispettivi punti di vista dei due protagonisti; successivamente è uscita una terza versione della pellicola, The Disappearance of Eleanor Rigby: Them, montaggio alternativo di scene già presenti nelle prime due parti, che unisce le due prospettive in un raffazzonato miscuglio che toglie al film gran parte della propria forza.
Si consiglia di visionare la pellicola guardando prima le due prospettive dei protagonisti ed eventualmente solo in un secondo tempo la versione Them, preferibilmente partendo da The Disappearance of Eleanor Rigby: Him, episodio proiettato per primo ai festival e idea originaria di Ned Benson per il film, ampliata successivamente per approfondire il personaggio di Eleanor Rigby, interpretato da una straordinaria Jessica Chastain.
Continua a leggere

Mia madre (2015)

Mia madreTitolo originaleMia madre
Paese di Produzione: Italia
Anno di uscita: 2015
Durata: 106′
Regia: Nanni Moretti
Sceneggiatura: Nanni Moretti, Francesco Piccolo, Valia Santella
Interpreti: Margherita Buy, Nanni Moretti, John Turturro, Giulia Lazzarini, Beatrice Mancini, Enrico Iannello, Pietro Ragusa, Stefano Abbati, Anna Bellato
Mia madre (2015) on IMDb

 

 

 

Mia madre 3“Mamma sta morendo.”

La notizia che nessun figlio vorrebbe mai sentirsi dire frana addosso a Margherita (Margherita Buy) nel modo più inaspettato, ovvero con una dichiarazione da parte del fratello Giovanni (Nanni Moretti), che, a differenza sua, riesce ad accettare l’amara e inevitabile verità dell’imminente perdita della madre; le certezze di Margherita crollano come un castello di carte e quella che prima era una regista affermata e sicura di sé si scopre improvvisamente in difficoltà sul lavoro, inadeguata nei rapporti sentimentali, distante dalle difficoltà della figlia adolescente Livia (Beatrice Mancini) e soprattutto sul punto di perdere la propria bussola e punto di riferimento, rappresentato dalla madre Ada (Giulia Lazzarini), ex insegnante di latino ora in pensione.
Continua a leggere