Hard Bounty – Taglia che scotta (1995)

Taglia che scotta - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originale: Hard Bounty
Paese di Produzione: USA
Anno di uscita: 1995
Durata: 88′
Regia: Jim Wynorski
Sceneggiatura: Karen Kelly
Musiche: Larry Juris
Interpreti: Matt McCoy, Kelly LeBrock, John Terlesky, Kimberly Kelley, Felicity Waterman, Rochelle Swanson, Jay Richardson, George ‘Buck’ Flower, Ross Hagen, Jason Emard, Phillip Connery, Bill Alderson, Richard Gabai, Dibo Attar
Hard Bounty (1995) on IMDb

Taglia che scotta - Nuovo Cinema Lebowski 5“Io non posso fare solo due cose: la prima è l’amore con una donna, l’altra la pipì contro un muro, ma, stando ai fatti, rimpiango solamente di non poter fare la seconda.”

Hard Bounty è uno dei tanti aborti cinematografici della carriera di un maestro del filmbrutto come Jim Wynorski, che al suo attivo vanta un centinaio di pellicole dirette, fra le quali mi sento di consigliare Sea Ghost – Il fantasma degli abissiKomodo vs. CobraDinocroc vs. Supergator, che ho visionato personalmente, insieme ad altre come Dinosaur IslandPiranhacondaCobraGator, da cui non mi aspetto niente di meno che un capolavoro. Il western brutto di cui vi parlo oggi merita di essere visto e divulgato perchè resterà per sempre nella storia della televisione italiana. Vi starete chiedendo che cosa c’è di strano nella TV italiana che passa un film di merda. Vi rispondo subito: il film in questione, che contiene scene di sesso non particolarmente esplicite ma comunque notevoli, per un miracolo dei palinsesti televisivi fu passato su Rai 1 la mattina del 30 Novembre 1999, in piena fascia protetta, per la gioia dei bambini a casa e per la rabbia dei genitori di tutta Italia, del Moige e di svariate altre associazioni, che portarono la rete a interrompere magistralmente il tutto con un episodio del telefilm Thunder Alley, facendosi coprire di insulti e prese per il culo per giorni, come spiegato in questo articolo.
Per i più curiosi, segnalo anche che un eroe contemporaneo ha registrato il momento della sospensione di Hard Bounty postandolo a questo link, guadagnandosi il mio eterno rispetto e affetto.
Ma non è tutto qui. Vi racconto subito gli altri motivi per cui questo film merita di essere visto.
Continua a leggere

The Searchers – Sentieri selvaggi (1956)

Sentieri selvaggi - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originaleThe Searchers
Paese di Produzione: USA
Anno di uscita: 1956
Durata: 119′
Regia: John Ford
Sceneggiatura: Frank S. Nugent
Musiche: Stan Jones, Max Steiner
Interpreti: John Wayne, Jeffrey Hunter, Vera Miles, Ward Bond, John Qualen, Olive Carey, Ken Curtis, Harry Carey Jr., Hank Worden, Henry Brandon, Natalie Wood, Dorothy Jordan, Lana Wood
The Searchers (1956) on IMDb

 

 

Sentieri selvaggi - Nuovo Cinema Lebowski 4“Un giorno succederà”

Sentieri Selvaggi è uno dei capolavori assoluti di John Ford, del cinema western e dell’intera Settima Arte, un’opera maestosa che ancora oggi mantiene inalterato il suo fascino, nonostante al momento dell’uscita – come spesso succede – sia stato snobbato dalla critica e bollato da pretestuose accuse di razzismo, nate probabilmente dalla scarsa attenzione riservata ad alcuni passaggi che svelano implicitamente molto del passato del protagonista, interpretato dal leggendario John Wayne.
Tantissime le scene memorabili di questa pellicola maestosa, che negli anni sono state fonte di ammirazione e ispirazione per alcuni dei più grandi maestri del cinema, come Martin Scorsese, Sergio LeoneJean-Luc Godard, Francis Ford Coppola, Steven Spielberg, Sam Peckinpah, John Milius, George Lucas e Quentin Tarantino, i quali hanno spesso inserito nelle loro pellicole diversi omaggi al film di John Ford, che è considerato uno degli spartiacque nella storia del cinema americano del dopo guerra.
Nel proseguimento della recensione, soprattutto nel finale, si riveleranno parti importanti e significative della trama. Si sconsiglia pertanto la lettura a chi non ha ancora visto il film.
Continua a leggere