Ciao marziano (1980)

Ciao Marziano - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originaleCiao marziano
Paese di Produzione: Italia, Francia
Anno di uscita: 1980
Durata: 92′
Regia: Pier Francesco Pingitore
Sceneggiatura: Pier Francesco Pingitore, Mario Castellacci
Musiche: Flavio Bocci, Dimitri Gribanowski
Interpreti: Pippo Franco, Silvia Dionisio, Bombolo, Teo Teocoli, Laura Troschel, Giancarlo Magalli, Aldo Giuffrè, Franco Citti, Luciana Turina, Martufello, Isabella Biagini, Gil Cagnè, Adriana Russo, Enzo Liberti, Sergio Leonardi
Ciao marziano (1980) on IMDb

Ciao Marziano - Nuovo Cinema Lebowski 2«E lei chi sarebbe, un Cristo al pistacchio?»
«Può darsi. Ma lei è certamente un stronzi al cioccolato!»

Gli anni ’80 del cinema italiano partono subito col botto, proponendo nel giro di due mesi due film di fantascienza assolutamente esilaranti come L’uomo puma, di cui vi ho già parlato, e questo Ciao marziano, che almeno ha la parziale giustificazione di essere una commedia, seppure col difetto di fare ridere solo quando non voluto dal regista Pier Francesco Pingitore. Quest’ultimo trae ampia ispirazione dal racconto Un marziano a Roma di Ennio Flaiano e da storici film del genere come Ultimatum alla terra, dirigendo diversi elementi del Bagaglino con i quali stava già lavorando, come Oreste Lionello, Bombolo, MartufelloIsabella Biagini e soprattutto Pippo Franco, protagonista assoluto di questa delirante pellicola, in cui recita dipinto costantemente di verde, nei panni dell’alieno Bix, sbarcato a Roma dal pianeta gemello Marte (??) per imparare il modo di vivere di noi terrestri. Il marziano parla per tutto il film uno strano idioma in cui vengono sostituite, in maniera assolutamente casuale, le vocali di alcune parole, scelta narrativa che vi farà (sor)ridere per qualche minuto per poi sfracellarvi irrecuperabilmente i maroni verso la mezz’ora, portandovi a maledire tutti i protagonisti e anche i loro eredi.
Nel proseguimento della recensione, soprattutto nel finale, si riveleranno parti importanti e significative della trama. Si sconsiglia pertanto la lettura a chi non ha ancora visto il film.
Continua a leggere

Hard Bounty – Taglia che scotta (1995)

Taglia che scotta - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originale: Hard Bounty
Paese di Produzione: USA
Anno di uscita: 1995
Durata: 88′
Regia: Jim Wynorski
Sceneggiatura: Karen Kelly
Musiche: Larry Juris
Interpreti: Matt McCoy, Kelly LeBrock, John Terlesky, Kimberly Kelley, Felicity Waterman, Rochelle Swanson, Jay Richardson, George ‘Buck’ Flower, Ross Hagen, Jason Emard, Phillip Connery, Bill Alderson, Richard Gabai, Dibo Attar
Hard Bounty (1995) on IMDb

Taglia che scotta - Nuovo Cinema Lebowski 5“Io non posso fare solo due cose: la prima è l’amore con una donna, l’altra la pipì contro un muro, ma, stando ai fatti, rimpiango solamente di non poter fare la seconda.”

Hard Bounty è uno dei tanti aborti cinematografici della carriera di un maestro del filmbrutto come Jim Wynorski, che al suo attivo vanta un centinaio di pellicole dirette, fra le quali mi sento di consigliare Sea Ghost – Il fantasma degli abissiKomodo vs. CobraDinocroc vs. Supergator, che ho visionato personalmente, insieme ad altre come Dinosaur IslandPiranhacondaCobraGator, da cui non mi aspetto niente di meno che un capolavoro. Il western brutto di cui vi parlo oggi merita di essere visto e divulgato perchè resterà per sempre nella storia della televisione italiana. Vi starete chiedendo che cosa c’è di strano nella TV italiana che passa un film di merda. Vi rispondo subito: il film in questione, che contiene scene di sesso non particolarmente esplicite ma comunque notevoli, per un miracolo dei palinsesti televisivi fu passato su Rai 1 la mattina del 30 Novembre 1999, in piena fascia protetta, per la gioia dei bambini a casa e per la rabbia dei genitori di tutta Italia, del Moige e di svariate altre associazioni, che portarono la rete a interrompere magistralmente il tutto con un episodio del telefilm Thunder Alley, facendosi coprire di insulti e prese per il culo per giorni, come spiegato in questo articolo.
Per i più curiosi, segnalo anche che un eroe contemporaneo ha registrato il momento della sospensione di Hard Bounty postandolo a questo link, guadagnandosi il mio eterno rispetto e affetto.
Ma non è tutto qui. Vi racconto subito gli altri motivi per cui questo film merita di essere visto.
Continua a leggere

Skeleton Man (2004)

Skeleton Man - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originale: Skeleton Man
Paese di Produzione: USA
Anno di uscita: 2004
Durata: 89′
Regia: Johnny Martin
Sceneggiatura: Frederick Bailey
Musiche: Chris White
Interpreti: Michael Rooker, Casper Van Dien, Jackie Debatin, Eric Etebari, Jonathon Klein, Robert Milano, Timothy V. Murphy, Maurice Nehru, Lisa Olivas, David E. Ornston, Carlos Rodriguez
Skeleton Man (2004) on IMDb

Skeleton Man - Nuovo Cinema Lebowski 2
“Ogni anno, per circa un’ora, per nessuna ragione al mondo, branchi di salmoni si mettono a fare le capriole. Li devi vedere, capo, promettimelo. Ti prendi una vacanza… sì, promettimi… che li andrai a vedere.”

Scommetto che più di una volta vi è capitato di desiderare di cancellare dalla vostra mente il ricordo di un bel film, in modo da poterlo rivedere con la stessa emozione della prima volta. Skeleton Man può realizzare questo vostro desiderio, ma purtroppo per voi, per il sottoscritto e per tutto il cinema non siamo davanti a un bel film, ma davanti a un vero e proprio cataclisma cinematografico, in grado di disintegrare in poco meno di 90 minuti la mente e i sensi dei seguaci dell’autopunizione audiovisiva. Ho perso il conto di quante volte ho visto questo film, probabilmente più di tre, ma il mio cervello, forse come meccanismo di autodifesa, non riesce a immagazzinarlo: anche stavolta, dopo pochi giorni dalla visione, il mio ricordo di Skeleton Man sta svanendo, e scrivo dunque queste poche righe celebrative in fretta e furia in modo da non disperdere totalmente il sacrificio da me compiuto guardando questo scherzo della natura, che vede fra i suoi protagonisti un’icona dei filmbrutti come Casper Van Dien e soprattutto il grandissimo caratterista Michael Rooker, che spiace vedere sprecato in una pellicola del genere, nonostante abbia poi avuto modo di rifarsi con ottimi film come Guardiani della galassia.
Continua a leggere

Hellbound – All’inferno e ritorno (1994)

Hellbound - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originale: Hellbound
Paese di Produzione: USA
Anno di uscita: 1994
Durata: 95′
Regia: Aaron Norris
Sceneggiatura: Ian Rabin, Anthony Ridio, Brent Friedman
Musiche: George S. Clinton
Interpreti: Chuck Norris, Calvin Levels, Christopher Neame, Sheree J. Wilson, David Robb, Jack Adalist, Cherie Franklin, Erez Atar, Jack Messinger
Hellbound (1994) on IMDb

 

 

Hellbound - Nuovo Cinema Lebowski 4
“La leggenda dice: all’inizio dei tempi, l’anima delle tenebre fu scagliata nel profondo degli abissi; il male si separò dalla luce dell’umanità per piombare nuovamente nell’oscurità e nella disperazione. L’emissario di Satana, Prosatanos, tornò a devastare la terra spargendo ovunque fuoco e sangue, ma ecco giungere dall’Occidente un cavaliere senza macchia: Riccardo Cuor di Leone, che riesce a sconfiggerlo e a imprigionarlo, fino a quando le catene e i sigilli sacri non furono di nuovo infranti da uomini comuni, spinti dall’avidità.”

Con questa incredibile supercazzola, che scorre sullo schermo nei titoli di testa in puro stile Star Wars, si apre uno dei progetti più ambiziosi della filmografia di Chuck Norris, il quale dopo avere combattuto in ordine sparso Bruce Lee, terroristi islamici, russi e vietnamiti, stavolta mira al bersaglio grosso andando a scontrarsi addirittura con Satana, o più precisamente con un suo emissario non meglio identificato. Si tratta della quarta interpretazione di Chuck Norris agli ordini del fratello Aaron e dell’ultimo film prodotto dalla Cannon Group, che chiuderà in seguito i battenti dopo aver regalato al mondo alcune delle più grosse porcate mai partorite (fra cui Invasion U.S.A. e Delta Force sempre con Chuck Norris) ma anche film entrati nel cuore di tutti noi come Cobra e Over the Top.
Continua a leggere

Primitif – Primitiv (1980)

Primitiv - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originalePrimitif
Paese di Produzione: Indonesia
Anno di uscita: 1980
Durata: 85′
Regia: Sisworo Gautama Putra
Sceneggiatura: Imam Tantowi
Musiche: Gatot Sudarto
Interpreti: Enny Haryono, Barry Prima, Rukman Herman, Johann Mardjono, Jafarpree York, Novita Rully
Savage Terror (1980) on IMDb

Primitiv - Nuovo Cinema Lebowski 2 «Guarda, che danza strana… sembrano tanti pesci in una rete.»
«Già, fa parte dei loro costumi, sono popoli primitivi.»

In quello stesso 1980 in cui Ruggero Deodato centra con Cannibal Holocaust uno dei film più riusciti e controversi sul tema del cannibalismo, l’Indonesia, nella persona del regista Sisworo Gautama Putra, cerca di togliere all’Italia il dominio dei cannibal movie con questo sconcertante lungometraggio, spudorato plagio del precedente film dello stesso Deodato Ultimo mondo cannibale.
L’esito dell’operazione, come avrete intuito, sarà ovviamente un disastro su tutta la linea.
Continua a leggere

Un jeans e una maglietta (1983)

Un jeans e una magliettaTitolo originaleUn jeans e una maglietta
Paese di Produzione: Italia
Anno di uscita: 1983
Durata: 81′
Regia: Mariano Laurenti
Sceneggiatura: Francesco Calabrese, Mariano Laurenti, Piero Regnoli
Musiche: Nino D’Angelo
Interpreti: Nino D’Angelo, Roberta Olivieri, Enzo Cannavale, Bombolo, Sebastiano Somma, Gabriele Villa
Un jeans e una maglietta (1983) on IMDb

 

 

Un jeans e una maglietta 4“Sono il gelataio più felice del mondo”

All’inizio degli anni ’80, in piena esplosione della musica elettronica, Nino D’Angelo improvvisamente ferma il tempo, riporta le lancette dell’orologio indietro di 15 anni e ci fa ripiombare nell’era dei musicarelli, appropriandosi del revival del genere sfornando una decina di film in pochi anni, fra cui spicca proprio Un jeans e una maglietta, nato sulla scia di uno dei  più grandi successi della carriera del cantante napoletano.

Un jeans e una maglietta è un filmbrutto non eccessivamente punitivo, che ripagherà della visione anche i non appassionati di musica napoletana e di storie d’amore, regalando qualche notevole chicca trash e alcuni buoni spunti comici affidati ai grandi caratteristi Bombolo ed Enzo Cannavale.
Continua a leggere

Sposerò Simon Le Bon (1986)

Sposerò Simon Le BonTitolo originaleSposerò Simon Le Bon
Paese di Produzione: Italia
Anno di uscita: 1986
Durata: 89′
Regia: Carlo Cotti
Sceneggiatura: Carlo Cotti
Interpreti: Barbara Blanc, Giuppy Izzo,  Gianmarco Tognazzi, Luca Lionello, Anita Bartolucci, Isabella Guidotti, Francesca Florio, Ezio Marano, Renato Moretti, Simona Izzo, Claudio Cecchetto
Sposerò Simon Le Bon - Confessioni di una sedicenne innamorata persa dei Duran Duran (1986) on IMDb

 

 

Sposerò Simon Le Bon«Qual è la città più dolce d’Italia? Crema! Ma cosa vi insegnano alla scuola oggigiorno, eh? E la città più alta? L’Aquila! E la città più pesante invece è…? Piombino! Chiedete, chiedete, coraggio.»
«E qual è il cantante più bello del mondo?»
«Simon Le Bon!»

In quello stesso 1985 in cui i ragazzi di tutto il mondo furono incantati dalle avventure di Marty McFly in Ritorno al futuro, il punto di riferimento delle adolescenti italiane fu invece il romanzo di Clizia Gurrado Sposerò Simon Le Bon: Confessioni di una sedicenne innamorata persa dei Duran Duran, da cui pochi mesi dopo fu tratta questa ridicola pellicola scritta e diretta da Carlo Cotti in appena 16 giorni, emblema di uno dei decenni (a livello culturale) più bui della nostra nazione, probabile corresponsabile della frustrazione di diverse quarantenni odierne e ideale apripista per i teen movie di Federico Moccia, rispetto ai quali a Sposerò Simon Le Bon va concessa almeno l’attenuante di essere un’operazione ingenua e ancora lontana dalle logiche della circonvenzione di incapaci adolescenti per meri fini commerciali introdotte negli anni successivi.
Continua a leggere

Hobgoblins – La stirpe da estirpare (1988)

Hobgoblins - La stirpe da estirpare

Titolo originaleHobgoblins
Paese di ProduzioneUSA
Anno di uscita1988
Durata: 91′
RegiaRick Sloane
SceneggiaturaRick Sloane
MusicheAlan DerMarderosian
InterpretiTom Bartlett, Paige Sullivan, Steven Boggs, Kelley Palmer, Tami Bakke, Billy Frank, Jeffrey Culver, Duane Whitaker
Hobgoblins (1988) on IMDb

 

 

 

Hobgoblins - la stirpe da estirpare
«Ti rendi conto di quello che hai fatto?»
«No, io non capisco! Che cos’è successo?»
«Quella camera… ho cercato di avvisarti! Quelle creature… La camera blindata! Stiamo nei guai! Tutto il mio lavoro, per 30 anni ho evitato che accadesse una cosa simile!»
«Evitare che cosa, che succedesse cosa?»
«Quelli… quegli esseri malefici, perchè pensi che abbia passato gli ultimi 30 anni della mia vita qui? Ho cercato di non farli scappare!»

Hobgoblins è un vergognoso tentativo di cavalcare l’onda delle commedie horror con piccole creature aliene lanciata da film come Gremlins e Critters; il film è stato probabilmente realizzato con i soldi della paghetta fornita dai genitori al regista, sceneggiatore, montatore, direttore della fotografia e addetto al montaggio Rick Sloane, il quale in seguito a questo abominio riuscirà comunque a continuare la propria carriera dirigendo fra le altre cose la saga dei 6 (!) film di Vice Academy, una parodia di Baywatch intitolata Babe Watch e addirittura un sequel di Hobgoblins, uscito nel 2009 direttamente per il mercato home video.
Continua a leggere