Le orme (1975)

Le Orme - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originale: Le orme
Paese di Produzione: Italia
Anno di uscita: 1975
Durata: 92′
Regia: Luigi Bazzoni
Sceneggiatura: Luigi Bazzoni
Musiche: Nicola Piovani
Interpreti: Florinda Bolkan, Peter McEnery, Nicoletta Elmi, Klaus Kinski, Caterina Boratto, Esmeralda Ruspoli, John Karlsen, Ida Galli, Lila Kedrova, Miriam Acevedo, Rosita Torosh, Luigi Antonio Guerra
Le orme (1975) on IMDb

Le orme - Nuovo Cinema Lebowski 4
“Questi ultimi tre giorni li ho dimenticati. Non ricordo più nulla.”

Le orme è l’ultimo film diretto da Luigi Bazzoni nella sua breve carriera cinematografica, composta da soli quattro lungometraggi, fra cui il più celebre Giornata nera per l’ariete. Pur rientrando tecnicamente e temporalmente nel filone del giallo all’italiana, con la presenza di volti già visti nel genere come Florinda Bolkan e Nicoletta Elmi, Le orme è un film atipico, difficilmente classificabile e dimenticato dai più, che spazia dal thriller alla fantascienza, sempre in bilico fra realtà e fantasia e ricco di atmosfere stranianti e inquietanti, impreziosite dal sublime lavoro alla fotografia di uno dei più grandi maestri del settore, il tre volte premio Oscar Vittorio Storaro.
Nel proseguimento della recensione, soprattutto nel finale, si riveleranno parti importanti e significative della trama. Si sconsiglia pertanto la lettura a chi non ha ancora visto il film.
Continua a leggere

Una lucertola con la pelle di donna (1971)

Una lucertola con la pelle di donna

Titolo originaleUna lucertola con la pelle di donna
Paese di Produzione: Italia
Anno di uscita1971
Durata99′
RegiaLucio Fulci
SceneggiaturaLucio Fulci, Roberto Gianviti, André TranchéJosé Luis Martinez Molla
MusicheEnnio Morricone
InterpretiFlorinda BolkanJean SorelStanley BakerAnita StrindbergLeo GennSilvia Monti, Edy Gall
A Lizard in a Woman's Skin (1971) on IMDb

 

 

Una lucertola con la pelle di donna 2
“Mi ricordo di aver visto una lucertola con la pelle di donna”

Una lucertola con la pelle di donna è una delle migliori pellicole di Lucio Fulci, maestro del grande cinema di genere e fra i registi italiani più sottovalutati di sempre.
Nonostante il film sia formalmente un giallo, che cavalca l’onda creata pochi anni prima da Dario Argento, contiene al suo interno diversi elementi horror e alcuni notevoli spunti onirici, che Fulci amalgama con la sua consueta maestria nell’affrontare generi diversi, accompagnato dalle musiche di un sempre sontuoso Ennio Morricone.
Nel cast sono da segnalare le presenze di Florinda Bolkan (che lavorerà nuovamente con Fulci un anno più tardi in Non si sevizia un paperino), Jean Sorel e la bellissima svedese Anita Strindberg, che nel film mostra generosamente una delle prime coppie di seni rifatti della storia del cinema.
Continua a leggere

Non si sevizia un paperino (1972)

Non si sevizia un paperino

Titolo originaleNon si sevizia un paperino
Paese di ProduzioneItalia
Anno di uscita1972
Durata102′
RegiaLucio Fulci
Sceneggiatura: Lucio Fulci, Roberto Gianviti, Gianfranco Clerici
Musiche: Riz Ortolani

InterpretiTomas Milian, Florinda Bolkan, Barbara Bouchet, Irene Papas, Marc Porel, George Wilson, Antonello Campodifiori, Ugo D’Alessio, Franco Balducci, Virginio Gazzolo, Vito Passeri
Don't Torture a Duckling (1972) on IMDb

Non si sevizia un paperino - Lucio Fulci Barbara Bouchet
“La gente vuole un colpevole e noi dobbiamo trovarlo prima di loro”

In un immaginario paesino meridionale scompare un bambino. Quello che sembrava un rapimento si scoprirà presto essere un infanticidio, a cui ne seguiranno altri due. La polizia brancola nel buio, ma gli abitanti del luogo sono arrabbiati e vogliono giustizia. Due donne molto diverse fra loro vengono entrambe sospettate di essere collegate agli omicidi. Le indagini saranno portate avanti in parallelo anche da un giornalista inviato sul posto per seguire la vicenda.

La drammatica verità dietro ai delitti sarà per tutti un pugno nello stomaco.
Continua a leggere