Youth – La giovinezza (2015)

Youth - La giovinezza - Nuovo Cinema LebowskiTitolo originale: Youth
Paese di Produzione: Italia, Regno Unito, Svizzera, Francia
Anno di uscita: 2015
Durata: 118′
Regia: Paolo Sorrentino
Sceneggiatura: Paolo Sorrentino
Musiche: David Lang
Interpreti: Michael Caine, Harvey Keitel, Paul Dano, Rachel Weisz, Jane Fonda, Mădălina Diana Ghenea, Ed Stoppard, Gabriela Belisario, Paloma Faith, Alex Macqueen
Youth (2015) on IMDb

 

 

Youth - La giovinezza - Nuovo Cinema Lebowski 2“Tu hai detto che le emozioni sono sopravvalutate, ma è una vera stronzata. Le emozioni sono tutto quello che abbiamo.”

Youth – La Giovinezza è il nuovo film di Paolo Sorrentino, vincitore del premio Oscar per il miglior film straniero nel 2014 per la sua precedente pellicola La grande bellezza.
Il cast è forte della presenza di leggende del cinema come Michael Caine, Harvey Keitel e Jane Fonda, insieme al premio Oscar Rachel Weisz e al promettentissimo Paul Dano, che non sfigura davanti ai mostri sacri che viene chiamato ad affiancare.
La pellicola è stato presentata in concorso al Festival di Cannes del 2015 insieme ad altri due film di registi italiani: Mia Madre di Nanni MorettiIl racconto dei racconti di Matteo Garrone e, come da tradizione per i film di Paolo Sorrentino, sta generando reazioni contrastanti negli spettatori, che si stanno dividendo fra chi ne apprezza la straordinaria potenza visiva ed emotiva e chi ne critica il lato prettamente narrativo.
Sicuramente Youth – La Giovinezza è un film che non può passare inosservato e che, nel bene e nel male, suscita forti emozioni nello spettatore.
Continua a leggere

Taxi Driver (1976)

taxidriver

Titolo originaleTaxi Driver
Paese di ProduzioneUSA
Anno di uscita: 1976
Durata: 113′
RegiaMartin Scorsese
Sceneggiatura: Paul Schrader
MusicheBernard Herrman
InterpretiRobert De Niro, Jodie Foster, Harvey Keitel, Cybill Shepherd, Albert Brooks, Peter Boyle, Martin Scorsese
Taxi Driver (1976) on IMDb

 

 

“La solitudine mi ha perseguitato per tutta la vita, dappertutto. Nei bar, in macchina, per la strada, nei negozi, dappertutto. Non c’è scampo: sono nato per essere solo.”

Taxi Driver3

In una New York tenebrosa come non mai ha luogo il percorso esistenziale del reduce dal Vietnam Travis Bickle, che si guadagna da vivere con uno dei pochi lavori che può conciliare con la sua insonnia, ovvero il tassista notturno.
A causa di ciò che ha passato, Travis vive un’esistenza alienata e isolata. Non ha amici, non ha una fidanzata, non ha hobby o interessi, se non quello di frequentare i cinema a luci rosse nei momenti di pausa dal lavoro.
La sua professione lo porta ad avere spesso a che fare con persone ai margini della società, come drogati, spacciatori, ladri o prostitute. Il profondo degrado morale di tutto ciò che vede lo disgusta, vuole cercare di migliorare le cose in qualche modo.
Decide quindi di cominciare a seguire la campagna elettorale per le presidenziali di Charles Palantine, che farà prendere una svolta inaspettata alla sua vita.
Nel proseguimento della recensione verranno rivelati passaggi fondamentali della trama, per cui se ne sconsiglia la lettura a coloro che non hanno ancora visto il film.

Continua a leggere